il Titolo Giornale di Arte, Cultura e Spettacolo Reg. al Tribunale di La Spezia n.° 3 del 07/06/10 ROC 20453 P.I. 01219600119

icona iltitolo mobile YoutubeFlickrInstagramTwitterLinkedInFacebookGoogle

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}


Per questo spazio pubblicitario, chiedere informazioni inviando un email al seguente indirizzo info@iltitolo.it

Dal 2016, sul canale il TitoloTV, attivo il servizio di diretta streaming e podcast grazie al format televisivo L.E.O.© (Live Event Online ).

Il Museo festeggia la sua nuova acquisizione di uno straordinario acquerello aprendo gratuitamente le sue porte al pubblico sabato 10 dicembre.


Il Noordbrabants Museum acquista un Vincent van GoghIl Noordbrabants Museum ha acquistato da un privato Il giardino della canonica a Nuenen di Vincent van Gogh (1853-1890), che risale al periodo tra ottobre e novembre del 1885. È l’ultimo acquerello di cui si sa con certezza che fu dipinto a Nuenen ed è particolarmente significativo nell’opera dell’artista. Questa acquisizione, la più importante in assoluto per il Noordbrabants Museum, rispecchia la sua aspirazione a mostrare una panoramica rappresentativa del periodo trascorso da Van Gogh nel Brabant alla luce di opere originali dell’artista. Il giardino della canonica a Nuenen è stato acquistato grazie al sostegno finanziario di BankGiro Loterij, Mondriaan Fonds, VSBfonds, gli Amici del Museo, Renschdael Art Foundation e Coen Teulings. BankGiro Loterij ha contribuito erogando quasi la metà della somma totale di 1 milione di euro devoluta per l’acquisto. Per festeggiare la sua nuova acquisizione, il Noordbrabants Museum è aperto gratuitamente sabato 10 dicembre dalle ore 11 alle 17.


Importanza per Collectie Nederland (Patrimonio culturale dei Paesi Bassi)
Vincent van Gogh abitò per quasi un anno e mezzo presso i suoi genitori nella canonica a Nuenen. Il giardino dietro la canonica era un luogo prediletto dall’artista che vi compose parecchi lavori, a volte molto ambiziosi. Per motivi diversi l’acquerello è particolarmente significativo nell’opera di Van Gogh. In una lettera al fratello Theo egli scrisse: “Ho fatto anche uno studio dello stagno nel giardino della casa in autunno. Questo luogo è senza dubbio adatto per un dipinto.” In un secondo momento egli realizzò da questo acquerello un quadro - di grandi dimensioni, che conosciamo soltanto da riproduzioni in bianco e nero - andato perduto durante la seconda guerra mondiale. L’acquerello può dare un’impressione, seppure approssimativa, di quale fu la gamma cromatica del dipinto. Entrambe le opere erano intese come preparazione per una composizione ben ponderata con figure, il tipo di raffigurazione che Van Gogh fin dall’inizio della sua carriera artistica mirava a dipingere.


È inoltre il suo primo esperimento con un soggetto che avrebbe raffigurato anche a Parigi e ad Arles, persone e coppiette che passeggiano in un bel giardino o in un parco idilliaco. Il foglio, una delle ultime opere che l’artista realizzò a Nuenen – e l’unico acquerello – mostra come Van Gogh avesse adottato una gamma di colori più chiari dopo avere visitato il Rijksmuseum nell’ottobre del 1885. Lo studio dei maestri del passato in quel museo gli aveva fatto comprendere che la sua tavolozza era troppo scura e, una volta tornato a Nuenen, egli mise immediatamente in pratica quanto aveva intuito. L’attraente ricchezza dei colori (ben conservata) nella raffigurazione ne è il risultato. Si presume che l’acquarello sia stato acquistato dal rinomato critico e pedagogo d’arte H.P. (Hendrik) Bremmer, che più tardi fu consulente di Helene Kröller-Müller. Dopo la sua morte divenne proprietà degli eredi. Intorno al 1969 l’acquerello entrò a far parte della collezione da cui ora è stato acquistato.


Importanza per il Noord-Brabant
Cinque istituzioni culturali del Brabant - Van Gogh Village (il paese di van Gogh) a Nuenen, Vincents Tekenlokaal (l’aula di disegno di van Gogh) a Tilburg, Van Goghkerk (la chiesa di Van Gogh) a Etten- Leur, Vincent van Goghhuis (la casa di Van Gogh) a Zundert e il Noordbrabants Museum a ’s- Hertogenbosch - hanno unito le loro forze creando Van Gogh Brabant per conservare e condividere il patrimonio culturale legato a Van Gogh nel Brabant. L’associazione collabora in misura crescente con Van Gogh Europe, un’alleanza internazionale tra diverse organizzazioni nei Paesi Bassi, in Belgio e Francia, impegnata nella conservazione e nella promozione comune del patrimonio culturale legato a Van Gogh. L’acquisto è inoltre in linea con la politica della regione Noord-Brabant, che nei prossimi anni si propone di dare maggiore rilievo al legame tra il pittore e il Brabant. Un dettaglio interessante dell’opera acquistata è che vi è raffigurata una località del patrimonio culturale legato a Van Gogh nel Brabant.


Van Gogh nel Noordbrabants Museum
Il Noordbrabants Museum espone come unico museo nel sud dei Paesi Bassi opere originali di Vincent van Gogh nella sezione Storia del Brabant, più precisamente nel padiglione dedicato all’artista e al periodo che egli trascorse in questa regione. Oltre a un dipinto di sua proprietà (Contadina che zappa), il Museo ha due opere in comodato d’uso permanente dal Rijksdienst voor het Cultureel Erfgoed, l’agenzia nazionale olandese per il patrimonio culturale, e alcune in comodato temporaneo dal Van Gogh Museum. L’acquisto verrà ad aggiungersi alle opere nel padiglione dedicato a Van Gogh. A causa della sua fragilità, l’acquerello verrà esposto soltanto per un determinato periodo, vale a dire fino al 19 marzo 2017. Dopo alcuni mesi lontano dalle luci della ribalta, l’acquerello verrà nuovamente esibito al pubblico in una vetrina speciale dove può rimanere più a lungo.


Ingresso gratuito sabato 10 dicembre
Per festeggiare la nuova acquisizione, il Noordbrabants Museum apre gratuitamente le sue porte al pubblico sabato 10 dicembre, dalle ore 11 alle 17. La giornata è rallegrata da varie attività: musica dal vivo nella Voorplein, la piazza davanti al Museo, lo studio fotografico “green screen” dove i visitatori possono farsi raffigurare nel giardino della canonica e una spiegazione sull’acquisto da parte del conservatore Helewise Berger, che si terrà nella Statenzaal (alle ore 12 e 14). Ai primi 500 visitatori sarà offerto un piccolo ristoro.

Ricerca e presentazione Radiografia di Van Gogh. Tra il 1884 e il 1888 Van Gogh riutilizzò con una certa regolarità le tele già dipinte. Il Noordbrabants Museum vuole conoscere meglio quello che si nasconde sotto il colore di una serie di dipinti che fanno parte dell’esposizione permanente. Per questo la primavera prossima cinque dipinti verranno studiati utilizzando varie tecniche: raggi x, fotografia all’infrarosso, riflettografia in infrarosso, fotografia in luce radente. La presentazione Radiografia di Van Gogh (dal 24 giugno 2017 al 21 gennaio 2018) esporrà i risultati di questa ricerca.


Informazioni per i visitatori di Noordbrabants Museum
Het Noordbrabants Museum
Verwersstraat 41, ’s-Hertogenbosch
T +31 (0)73 – 6877 877
http://www.hetnoordbrabantsmuseum.nl


Nella foto: Vincent van Gogh (1853-1890), Il giardino della canonica a Nuenen, 1885, Acquerello, 38 x 49 cm. Acquistato grazie al contributo di BankGiro Loterij, Mondriaan Fonds, VSBfonds, gli Amici del Museo, Renschdael Art Foundation e Coen Teulings

e-max.it: your social media marketing partner

Programmazione del TitoloTV


#tolktolk. Il business che passa dal web

LIVE 14 giugno 2017 dalle 19:00 dallo Scrambler Ducati Food Factory (BO)
Riprese video a cura del TitoloTV, regia Donato Francesco Bianco.


 




Direttore Responsabile:   Donato Francesco Bianco        Editore:   Bianca Zanardi
Gli articoli sono coperti da copyright, è assolutamente vietata la riproduzione se non riportante la dicitura  FONTE: ilTitolo.it
Tutti i diritti sono riservati. Site c
reated by il NetWork ®


Design by vonfio.de

I cookie ci aiutano a fornire piena efficienza ai nostri servizi, continuando a navigare sul sito, ne accetti l'utilizzo. Per Informazioni.