Torna il MEI, nel segno della ripartenza

Print Friendly, PDF & Email

Il 2, 3, 4 ottobre a Faenza (RA) va in scena il Meeting degli Indipendenti, quest’anno incentrato sui nuovi progetti a tutela dell’intera filiera artistica e discografica. Con l’appoggio di Renzo Arbore e Alberto Salerno, l’edizione 2020 coinvolge artisti come Piero Pelù, Omar Pedrini, Tosca ed Ernia.


Da oltre 25 anni il MEI è il più importante Festival della Musica Indipendente italiana, un luogo dove spesso si sono rivelati talenti che poi sono andati avanti con le proprie gambe portando avanti carriere prestigiose. Tra i tantissimi ricordiamo Daniele Silvestri, Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz negli anni ’90, successivamente Perturbazione, Baustelle, Brunori Sas, Levante, Ermal Meta, Lo Stato Sociale e gli Extraliscio, oggi reduci dal Festival del Cinema di Venezia.

L’edizione 2020 del Mei si è aperta ufficialmente con una lettera che Renzo Arbore ha scritto al patron Giordano Sangiorgi, testo in cui esprime il proprio supporto alla manifestazione e alle proposte di riforma nel settore musicale avanzate insieme al Coordinamento di #StaGe! (oltre trenta associazioni delle piccole imprese della musica che chiedono un incontro al Ministro Franceschini), auspicando che “il Governo sappia cogliere in esse le indicazioni utili e necessarie non solo a mantenere viva, ma a potenziare la filiera del Made In Italy musicale, che rappresenta un importante comparto sia dal punto di vista socio-culturale che economico, in grado di coinvolgere non solo gli addetti, ma di attirare e soddisfare un pubblico sempre più numeroso e partecipativo”.

Gli fa eco Alberto Salerno, autore dell’dell’immortale “Io Vagabondo” e di tanti successi italiani, sostenitore del progetto Faenza Capitale della Musica, che lavora alla realizzazione di un soggetto unitario nel sistema musica a Faenza per poter avere più fondi regionali, nazionali e internazionali.

Sabato 3 ottobre in Piazza del Popolo dalle 19,30 si esibiranno Piero Pelù (Premio per i 40 anni di carriera) e il duo Colapesce Dimartino che si aggiudica ben due due riconoscimenti: il Premio PIMI 2020 come Migliori Artisti Indipendenti dell’anno e il premio PIVI per il video di “Luna araba” (canzone realizzata insieme a Carmen Consoli).

Presenti anche Ernia, in cima alle tutte le classifiche con il singolo “Superclassico” (premio ExitWell per il miglior progetto dell’anno) e Galeffi (premio ExitWell per miglior disco indipendente dell’anno), completano il cast le esibizioni di Argento, Mezzavera e Matteo Gabbianelli dei Kutzo.

In Piazza Nenni (Teatro Masini Estate) in scena la nuova edizione del “Premio dei Premi” con esibizioni i Tosca e Claudio Simonetti dei Goblin. Per questo evento sono obbligatorie prenotazioni fino ad esaurimento posti all’indirizzo segreteria@materialimusicali.it

Domenica 4 ottobre, dalle ore 16, in Piazza del Popolo, riceveranno il premio per i 40 anni di carriera Gianni Maroccolo (CCCP, CSi, Litfiba), che si esibirà live con Edda, e Ghigo Renzulli, che per l’occasione presenterà il suo nuovo progetto musicale assieme allo scrittore Bruno Casini. Sul palco di Piazza del Popolo salirà per un live anche Omar Pedrini, premiato con la Targa per i 25 anni di “Timoria 2020 Speedball”.

Per tutto il weekend dalle 15 fino a sera musica live allo Spazio Corona – Piazza della Libertà, tra gli altri i Santamarya (premio Superstage), Panta, Teto D’Aprile (Disco Novità) e Hotel Monroe.

Il programma del Mei 2020 è come al solito fitto di incontri, concerti, premiazioni, mostre, mercatini musicali e come da tradizione in continuo divenire e aggiornato in tempo reale su www.meiweb.it.

Tra i media partner dell’evento c’è Radio Budrio, dove tutto l’anno la nuova musica è protagonista grazie a “Decollo Immediato”, rubrica a cura di Marco Cavalli in collaborazione con il MEI in onda martedì e sabato alle 22, giovedì alle 16,30.

Qui l’archivio delle puntate da riascoltare: http://www.radiobudrio.it/podcast/decollo-immediato.html

Fabio Alberti Fabio Alberti

Language »