281 letture

L’autunno gastronomico

Una serata all’insegna della scoperta o riscoperta dei sapori e gusti autunnali, quella tenutasi presso il ristorante pizzeria Il Vecchio Gazebo di Molfetta che ha voluto festeggiare il 11 novembre con “ San Martino – Olio Divino”.

La ricorrenza di San Martino, come ha ricordato Carlo Sacco, giornalista enogastronomico e mattatore della serata,  rappresenta un momento centrale della vita contadina. Anticamente questa festa era l’occasione  per celebrare la gioia di un buon raccolto e per esprimere la speranza in un futuro sempre più prospero.

Ad affiancarlo in questo viaggio sensoriale il professore Giacomo Giancaspro, docente dell’Istituto Alberghiero di Molfetta,chef e valorizzatore delle nostre eccellenze enogastronomiche.

Giuseppe Petruzzella titolare di questo ristorante pizzeria che si è aggiudicato diversi premi a livello nazionale ha voluto così omaggiare l’autunno, allestendo anche un tavolo su cui erano in mostra i piatti che gli ospiti avrebbero degustato, ma anche gli oli, i sottoli, i vini, le birre, il liquore al caffè abbinati  ad ogni portata.

Il menù veramente originale, creativo e di grande valenza enogastronomica per le eccellenze proposte, è stato illustrato passo passo, coinvolgendo i singoli protagonisti che hanno raccontato le loro aziende e il territorio.

Grande apprezzamento da parte di tutti i presenti per la mousse di mozzarella di bufala di San Giovanni Rotondo, mele cotogne padellate e pomodoro semi dry accompagnata dal novello, ma anche per il baccalà cotto a bassa temperatura con crema di patate e olive nolche.

I due mattatori della piacevole e stuzzicante  serata hanno anche ideato un gioco legato al riconoscimento dell’ olio extravergine di qualità, protagonista di tutte le portate.

Visti i riconoscimenti che Il Vecchio Gazebo ha ottenuto per quanto concerne la qualità e la bontà delle sue pizze, Giuseppe Petruzzella non poteva non inserire nel menù due vere prelibatezze: la pizza impasto di zucca con crema di cicerchia, mozzarella fiordilatte, cardoncelli e caldarroste e quella con impasto di semola con pomodorino infornato, medaglioni di petto d’oca affumicata , fichi secchi, melograno e lamelle di mandorle tostate. Più sapori e gusti autunnali di così..

I presenti si sono poi divertiti ad attribuire il nome alle due pizze fuori menù, un divertente diversivo che ha stuzzicato mente e palati.

I sapori autunnali sapientemente armonizzati dallo chef e dal maestro pizzaiolo hanno accompagnato  gli ospiti in un viaggio enogastronomico unico e inimitabile che ha esaltato i colori e i sapori di questa stagione ricca di suggestioni sensoriali.

Alla serata era presente il  presidente Unapol Tommaso Loiodice che ha ulteriormente apprezzato gli abbinamenti degli oli valorizzati al massimo, dopo una attenta ricerca di accostamento ai piatti proposti.

Esaltato il prodotto principe della cucina pugliese: l’olio extravergine d’oliva, declinato nei suoi vari gusti e tipologie.

A concludere la serata in bellezza anche il gelato fiordilatte, parmigiano trenta mesi con olio novello accompagnato da un ottimo liquore al caffè di produzione locale ed artigianale.

Olio, vino,caffè prodotti della terra, ma anche il riconoscimento  di tutto il lavoro che c’è dietro ogni impresa, anche quella formata da una sola persona, sono stati gli ingredienti di una serata all’ insegna della valorizzazione del made in Puglia.

Un lungo e caloroso applauso ha omaggiato tutto lo staff de Il Vecchio Gazebo e i protagonisti di questo riuscitissimo appuntamento enogastronomico.

Paola Copertino Paola Copertino

Language »