L’Albero Azzurro torna per tenere compagnia ai più piccoli

Print Friendly, PDF & Email

Da lunedì 9 marzo su RaiDue e Rai Yoyo tornano Dodò, Zarina e tutti gli altri che quest’anno festeggiano 30 anni.


Per lo storico programma della Rai, realizzato negli studi Rai di via Verdi a Torino, una nuova edizione proposta in occasione dell’apertura su Rai2 della fascia mattutina  dedicata ai bambini, in questi giorni a casa per la chiusura delle scuole: andrà in onda alle 7.30 su Rai2 e alle 16.20 su Rai Yoyo e le puntate saranno disponibili anche su RaiPlay e sull’App RaiPlay Yoyo.

Ritroveremo Dodò, che con Laura Carusino e Andrea Beltramo darà vita ad avventure ideate per affrontare con gioia e leggerezza, ma anche con grande chiarezza e verità, le piccole e grandi conquiste di ogni giorno.

Pensato per offrire a un target di bambini compreso tra i 4 e 7 anni una grande varietà di stimoli, proposte, suggerimenti e spunti, L’Albero Azzurro propone ogni giorno un appuntamento in cui Dodò va alla conquista di nuovi apprendimenti che provengono dal confronto con il mondo.

Al suo fianco i due conduttori Andrea e Laura che proteggono, sostengono, invitano all’autonomia e quando serve forniscono l’aiuto necessario a superare i piccoli ostacoli quotidiani. Completano il quadro gli irresistibili amici del gruppo: Zarina è la zanzarina saputella che con i suoi appuntiti interventi sfida Dodò a mettersi alla prova. Ruggero è un cucciolo di leone che si sente già uno spavaldo avventuriero. Pur non avendo ancora una criniera degna di questo nome, l’acerbo re della foresta sogna di lanciarsi in imprese più grandi di lui e porta scompiglio e divertimento nel mondo dell’Albero.

Seguendo il cammino di Dodò, i più piccoli entrano in contatto con la rappresentazione delle loro emozioni, elaborano competenze e conoscenze utili a superare le paure, apprezzare il valore della solidarietà e dell’amicizia, scoprire la ricchezza che risiede nella diversità e nell’accettazione. E dopo ogni avventura, si fa ritorno all’Albero, con tanti nuovi spunti per giocare e fare esperienza, e con un carico di filastrocche e canzoni allegre da cantare insieme ad amici, insegnanti, genitori.

Un modo per intrattenere i più piccoli costretti a casa in questi giorni, ma in realtà anche un’occasione per noi adulti per ritrovare un po’ di quell’innocenza e semplicità di cui avremmo tutti bisogno, soprattutto in questo momento.

Enrica Leone Enrica Leone

Language »