Ghemon, l’istinto e la passione

Print Friendly, PDF & Email

“Scritto nelle stelle” è il sesto album del cantautore e rapper italiano in uscita il 20 marzo. Seguirà un tour in partenza il 3 aprile da Napoli.


Ci sono percorsi, che più di altri, portano lontano. Ci sono crescite che, pur se travagliate, e piene di ostacoli, portano alla costruzione di un identità personale, più forte di tante altre. E’ il caso sicuramente di Giovanni Luca Picariello in arte Ghemon, un artista che ad oggi propone qualcosa che in Italia non esisteva e che tuttoggi non trova una facile e comoda collocazione in un ideale o fisico scaffale di un negozio di dischi.

Ghemon si può definire tranquillamente un artista pop italiano, in bilico tra cantautorato e rap, con forti influenze black ed R & B americano ma senza scimmiottare nessuno, il tutto al servizio di un suono e di un approccio che, pur essendo internazionale, ha il nostro calore e i nostri argomenti.

Fare questo in un paese dove l’Italia dove siamo passati in breve tempo all’immaginario letterario dei cantautori al mondo disincato dei trapper, dove l’ambito rap è una battaglia sempre al rialzo, dove l’itpop (o indie se proprio cosi lo vogliamo chiamare) sembra il linguaggio più comune per raccontare se stessi in musica.

Quindi come ha fatto Ghemon? Semplicemente ha seguito il suo istinto e la sua passione, passando in dieci anni dal rap inossidabile de  “La rivincita dei buoni” (2007) al pop soul raffinato di “Mezzanotte” (2017) prendendosi anche una bella soddifazione a Sanremo 2019 con l’intensa “Rose Viola”.

I confini tra rap e hip hop, che in Italia spesso non sono molto chiari, sono il terreno di battaglia in cui Ghemon si è fatto notare, dovendo ad un certo punto prendere le distanze dall’immaginario machista e misogino del rap e affrontando il canto e le esibizioni live alla vecchia maniera, accompagnato da veri musicisti, tra jazz e funky.

“Scritto nelle stelle” è il sesto capitolo dell’avventura di Ghemon, lanciato da due singoli che rappresentano le due anime dell’artista.

“Questioni di Principio” è una sorta di preghiera, un brano motivazionale rivolto a se stesso, una ricetta che vede nell’ equilibrio di alcune parole la chiave per andare avanti, oltre alla fondamentale forza di volontà.

Il video, per la regia di Jacopo Ardolino, girato tutto in bianco e nero, rende questo messaggio ancor più esplicito e palese.

Qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=RNZDbZotgbA

“In un certo qual modo” è invece un brano uptempo che strizza l’occhio alle radio, un omaggio alle figure che hanno il pregio di ispirarci, di tirarci fuori l’istinto e la forza di andare avanti.

Che sia stima o attrazione fisica, un’altra persona può tirarci fuori dai guai che noi stessi ci creiamo, aprendoci nuove strade e nuove prospettive.

Il videoclip, girato da Enea Colombi, coinvolgente, ironico, e con un pizzico di malizia, vede lo stesso artista nell’insolito ruolo di un terapeuta di coppia esperto di relazioni sentimentali.

Qui il video: https://youtu.be/w5oDlS9uwWQ

Il 3 aprile 2020 parte “Scritto nelle Stelle Tour 2020”.

Qui le date:

03 04 // Napoli // Common Ground

04 04 // Roma // Orion

10 04 // Firenze //Flog

11 04 // Bari // Demodè

17 04 // Treviso // New Age

18 04 // Brescia // Latteria Molloy

24 04 // Bologna // Estragon

29 04 // Torino // Hiroshima

30 04 // Milano // Alcatraz

I biglietti sono già disponibili su ticketone.it e in due speciali bundle: biglietto + CD autografato, biglietto + LP autografato, acquistabili in esclusiva in pre-order su Music First al seguente link (dal quale sarà possibile anche pre-acquistare separatamente il CD e l’LP in versione autografata): https://musicfirst.it/735-ghemon-scritto-nelle-stelle-cd-lp-ticket-concerto. Il 20 marzo 2020 i fan riceveranno direttamente a casa il disco autografato e il biglietto per accedere a una data del tour a scelta.

Informazioni:

www.radiobudrio.it

https://it-it.facebook.com/radiobudrio

MUSICAL EXPRESS è un programma

Fabio Alberti Fabio Alberti

Language »