La salute articolare degli emofilici

Una rara patologia della coagulazione che può causare problemi articolari, perdita progressiva di mobilità e artropatia.


La campagna “ARTICOLIAMO” è nata per promuovere il benessere delle articolazioni nelle persone con emofilia. Il benessere si misura anche andando oltre la patologia come spiega la dottoressa Gianna Bellandi (mediatrice familiare): “Un percorso multidisciplinare consente agli specialisti di garantire una tutela completa delle persone con emofilia affinché possano vivere una vita normale, libera.”

E’ importante inoltre adottare alcune misure preventive come la profilassi con terapie che garantiscano la massima personalizzazione e  protezione dai micro sanguinamenti, il monitoraggio periodico dello stato articolare e l’esercizio fisico costante e appropriato. Buone abitudini che, insieme, contribuiscono al raggiungimento di un’alta qualità di vita!”.

La dottoressa Chiara Biasoli, specializzata in medicina trasfusionale e malattie emorragiche congenite spiega: “Si comincia con la valutazione del grado di consapevolezza del paziente sulla patologia. Un buon adattamento alla malattia da un punto di vista psicologico comporta il riconoscimento e l’elaborazione dei vissuti di rabbia, tristezza e paura che spesso accompagnano la cronicità.

Si tratta di reazioni comuni che meritano tuttavia una adeguata attenzione affinché restino emozioni transitorie e non si strutturino come uno stato affettivo permanente. L’intervento psicologico mira a favorire l’adesione del paziente al piano di cura aiutandolo a ridare un senso alla sua vita. E la collaborazione attiva del paziente alla cura è fondamentale per l’efficacia della terapia. E’ necessario il processo di crescita individuale, della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del suo potenziale!”.

Print Friendly, PDF & Email
Language »