I primi cento anni del famosissimo Ristorante Al Pappagallo

Print Friendly, PDF & Email
Lo storico locale di Bologna, si presenta alla stampa e al pubblico con una serie di iniziative imminenti.

Bologna Piazza Mercanzia inizio Via Santo Stefano: siamo al Pappagallo per festeggiare i suoi 100 anni. Il presidente ASCOM Enrico Postacchini ha consegnato una targa a Elisabetta Valenti e Michele Pettinicchio che hanno rilevato il ristorante dalla precedente gestione e lo hanno rivitalizzato dando una nuova impronta allo storico locale bolognese.

Prima del Pappagallo c’era una Osteria chiamata Il Gatto Rosso, la Famiglia Zurla aveva precedentemente una attivita’ in via Pescherie Vecchie e nel 1919 apri’ questo ristorante che divento’ un punto di riferimento per tutti gli amanti della cucina bolognese conosciuto in tutto il mondo.

Tutti i piu’ grandi attori, registi, musicisti, artisti, scienziati, nobili e persone normali del pianeta sono venuti al Pappagallo a pochi metri dalle Due Torri in Piazza della Mercanzia a gustare i piatti di Zurla.

Famosa la cotoletta di tacchino preparata da Vittorio Zurla per la principessa Margaret d’Inghilterra da allora chiamata Margaret Rose.

Il celeberrimo professor Augusto Murri era un affezionato cliente e si beava con i piatti che gli venivano serviti.

Baccala’ mantecato avvolto in crescentine apre la degustazione che segue la presentazione.

A seguire ravioli al ragu’ abbinato a Blanc de Blanc 2012 Cantine dalla Volta.

Colore giallo oro carico con note di frutta e fiori bianchi evoluti. Pieno in bocca e persistente. Segue il 2013 nettamente piu’ fresco e vivace. Spiccata acidita’ e sentori di frutta bianca e fiori bianchi non ancora troppo evoluti.

Tortellini in doppio brodo di cappone veramente squisiti e galantina di pollo con zabaione salato e giardiniera in mariage con un delizioso Maleto Chardonnay Palazzona di Maggio giallo brillante con sentori di fiori e frutta bianca precedono porzioni di Cotoletta alla Bolognese abbinate a Ulziano Sangiovese di Romagna de La Palazzona di Maggio.

Bel colore rubino con unghia violacea e sentori intensi di frutta rossa di bosco, amarene, bacche rosse. Pesche ripiene con cioccolata e marmellata chiudono la degustazione preparata da Marcello Leoni che torna a Bologna per seguire la cucina del Pappagallo e che ha gia’ dato la sua impronta nelle preparazioni che sono state presentate.

Una serie di cene ideate da Marcello per celebrare i 100 anni del Pappagallo sono imminenti. 
Language »