A Venezia la danza incontra l’arte

La ballerina scaligera Beatrice Carbone in dialogo con l’artista Isabella Mandelli e i suoi Barabubbles.


C’è voglia di ripartenza a Venezia e desiderio di tornare a vivere insieme l’esperienza culturale, in sicurezza e in presenza, fra bellezza e gioia. In questo contesto domenica 18 luglio alle ore 18 nella Sala Azzurra dell’Hotel Giorgione la Danza incontra l’Arte, in un dialogo tra la ballerina solista del Teatro alla Scala di Milano Beatrice Carbone e l’artista eco-sociale Isabella Mandelli. L’appuntamento sarà occasione per raccontare al pubblico di un percorso artistico e di amicizia che intreccia danza e arte, punte e acquerelli, fantasia e inclusione.

I presenti viaggeranno così nel magico mondo dei Barabubbles, di bolla in bolla, e faranno la conoscenza dei personaggi onirici nati dal pennello di Isabella Mandelli, per scoprirne la genesi, i caratteri multiformi e arrivare a comprendere, tra cuori, note musicali, mongolfiere e personaggi che alludono al regno animale e naturale, la filosofia “l’errore non esiste” su cui si fonda la poetica dell’artista: «Non esiste tavolozza, i colori vengono miscelati direttamente sulla tela con un ordine casuale e istintivo».

In punta di piedi si approfondirà anche il legame tra le due protagoniste di questo incontro, dalle note di vita personale all’impegno sociale tra gentilezza, diversità e inclusione, per presentare, infine, il fitto programma di workshop e incontri ideato da Beatrice Carbone per promuovere la ripartenza della danza nella sua città, Venezia.

L’evento si inscrive, infatti, nella proposta “A Venezia si Danza… Ricominciamo da qui”, rassegna in programma dal 19 al 31 luglio nel capoluogo veneto, che racchiude stage e laboratori di danza e altre discipline legate al benessere e al movimento, oltre ad incontri e approfondimenti che prendono le mosse dall’arte coreutica per arrivare a toccare la letteratura, la filosofia e le arti visive.

In occasione dell’incontro gratuito e aperto al pubblico (con prenotazione obbligatoria) si potranno ammirare alcune opere dell’artista Isabella Mandelli e, nello specifico, gli acquerelli a tema danza e inclusione: Il mondo fantastico di Bea e Barabubbles alla sbarra rappresentano un omaggio alla danza, al balletto classico e alla ballerina Beatrice Carbone, veneziana di origine e mentore dell’incontro; in Siamo tutti ballerini e Danzare col cuore emerge la bellezza della città di Venezia; e infine, nell’opera Egual-Danza il messaggio della danza inclusiva esplode in tutta la sua gioiosa immediatezza.

Altre opere dell’artista, sempre legate a questi temi, sono accolte nel concept store di Palazzo Contarini-Polignac, sede della kermesse di Beatrice Carbone, dove saranno esposte per tutta l’estate. Le opere, tutte realizzate tra il 2020 e il 2021 con la tecnica dell’acquerello, presentano diversi formati, forme e carte, che ben esprimono l’accurata ricerca tra arte e sostenibilità: opere tonde, quadrate, 4 rettangolari, grandi e piccole, su carta Arches oppure Khadi indiana, 100% cotone e 100% riciclata.

Per info e prenotazioni pubblico: info.oltreladanza@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email
Language »