Un mare di solidarietà

Libri, Musica e Poesia accendono l’alba dei lidi ravennati e portano solidarietà ai cardiopatici congeniti.


Al via nel mese di luglio l’ottava edizione di “Un mare di solidarietà”, la rassegna benefica di musica, libri e poesia che ogni estate si tiene presso i lidi ravennati per sostenere i progetti di Piccoli Grandi Cuori OdV a favore delle famiglie e dei bambini portatori di cardiopatie congenite.

Anche quest’anno tantissimi volontari insieme agli esercenti dei Lidi Ravennati hanno scelto di donare il proprio tempo e le proprie risorse per questa rassegna benefica nata da un’idea della poetessa ravennate Livia Santini, che unisce musica, poesia e libri all’alba di un’estate che vuole riportare spensieratezza e leggerezza dopo un momento storico così complesso.

“Siamo felici di poter organizzare anche quest’anno la rassegna – sottolinea Livia Santini: crediamo tantissimo nelle albe e non vediamo l’ora di iniziare, la musica al sorgere del sole rimette davvero in pace con i sensi. Non mancheranno le sorprese e ospiteremo anche  Pierluigi Randi, vice presidente AMPRO che terrà una vera e propria ‘Chiacchierata sulle nubi’.

Gli appuntamenti sono gratuiti ma chi lo desidera potrà partecipare con un contributo volontario: ogni anno cittadini e turisti ci stupiscono con le loro donazioni, che ci hanno permesso di aiutare i Piccoli Grandi Cuori e di fornire all’Ospedale macchinari all’avanguardia. Ringraziamo ancora una volta i volontari, gli esercenti e gli sponsor che ogni anno ci sostengono”, oltre a Comune, Regione Emilia-Romagna ed Emilia Romagna Concerti”.

“E’ davvero una gioia per noi accogliere questa ottava edizione di una rassegna che unisce cultura e solidarietà – sottolinea Paola Montanari, presidente Piccoli Grandi Cuori OdV, Livia è da anni una grande sostenitrice dei Piccoli Grandi Cuori ed ora anche una carissima amica: ci sostiene attraverso numerose iniziative, in particolare questa rassegna nel corso di otto edizioni ci ha consentito di raccogliere oltre 20 mila euro: siamo riusciti a realizzare il giardino pensile, abbiamo acquistato una strumentazione importantissima, il Nicas Navigator, uno strumento di precisione in dotazione  al reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva del Policlinico di Sant’Orsola, un sistema non-invasivo che permette di rilevare dati complessi sui pazienti in modo indolore e senza creare loro stress”.

“Un mare di solidarietà” ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, rientra nelle iniziative “Viva Dante” per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante. E’ organizzata in collaborazione con Emilia Romagna Concerti, La Vecchia Pesa, Bagno Corallo, Bagno Oasi, Coya Beach, Bagno Luisa.

L’apertura ufficiale è prevista per martedì 6 luglio alle ore 21 con “Un mare di… parole”: Stefano Bon presenta “Così Come Sei” – incontro con l’autore, conduce Livia Santini presso “La Vecchia Pesa” in via Classense n. 88 a Classe, in provincia di Ravenna. Domenica 18 luglio sveglia all’alba, alle ore 5.30 con l’alba musicale “Un mare di… musica” in compagnia delle Femmefolk, presso il Bagno Corallo a Marina Romea; ci sarà anche un intermezzo con un ospite speciale, Pierluigi Randi, vice presidente AMPRO. Domenica 25 luglio “Un mare di… musica” ritorna sempre all’alba, alle 5.30, in compagnia degli Afterglow presso il Bagno Oasi a Casalborsetti (RA).

A sorpresa il concerto all’alba previsto per sabato 30 luglio, sempre alle 5.30, presso il Bagno Luisa di Marina Romea che quest’anno partecipa per la prima volta. Il trio Mariquita è il protagonista dell’alba musicale di domenica 8 agosto, sempre alle ore 5.30 al Bagno Corallo, Marina Romea (RA). La rassegna “Un mare di solidarietà” chiude domenica 22 agosto alle ore 5.30 mattino con l’alba musicale di Khorakhanè, presso il Coya Beach a Casalborsetti (RA).

La rassegna negli anni scorsi ha già sostenuto l’associazione Piccoli Grandi Cuori per i cardiopatici congeniti: i contributi volontari che saranno raccolti in questa edizione consentiranno di finanziare il “Progetto Pareti” che porterà ‘bellezza’ nei luoghi di cura contribuendo alla creazione di una storia a disegni studiata dalla Onlus: 380 metri quadrati di colore renderanno l’ospedale un luogo più accogliente, giocando con i piccoli pazienti, distraendoli dalle cure invasive e lunghe, contribuendo al benessere di genitori, operatori e sanitari che vivono e lavorano in un ambiente rinnovato.

In vendita, durante la rassegna, i libri della poetessa ravennate Livia Santini da poco nominata Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana, tra cui anche l’ultimo libro di poesie  “The Poetic Heart” dedicato all’Associazione Piccoli Grandi Cuori, realizzato insieme agli studenti dell’Istituto Morigia Perdisa di Ravenna, e il cui ricavato di vendita andrà sempre a favore dei Piccoli Grandi Cuori.

L’ASSOCIAZIONE PICCOLI GRANDI CUORI

“Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età” rappresenta il goal numero 3 dei 17 Obiettivi per lo sviluppo sostenibile individuati con l’Agenda 2030 sottoscritta dai 193 Paesi membri dell’ONU. Assicurare la salute è anche l’obiettivo principale di Piccoli Grandi Cuori Odv, che da 24 anni sostiene i cardiopatici congeniti curati presso le Unità Operative di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’età Evolutiva del Policlinico di Sant’Orsola a Bologna, punto di riferimento ed eccellenza sanitaria a livello internazionale.

L’associazione accoglie i pazienti, soprattutto i bambini, offrendo alloggio alle famiglie durante il periodo del ricovero, presso la Casa di Accoglienza ‘Polo dei Cuori’, mettendo a disposizione un’assistente sociale dedicata e dando supporto psicologico. Promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle cardiopatie congenite donando borse di studio a disposizione del Reparto. Eroga interventi sociosanitari nell’ambito del programma di accoglienza internazionale in accordo con il Policlinico. Organizza corsi di formazione per volontari e ogni anno il 14 febbraio celebra la Giornata Mondiale delle cardiopatie Congenite, con diverse iniziative di sensibilizzazione anche rispetto al tema della rianimazione cardiopolmonare e della defibrillazione precoce.

L’associazione è fatta di soci, volontari, di tante famiglie e delle loro storie di coraggio e di speranza. La missione, per il futuro prossimo, è quella di lavorare intensamente sul tema dei diritti di queste persone, in particolare dei GUCH (Grown Up With Congenital Heart Defects) e che crescendo incontrano alcune difficoltà rispetto al loro vissuto quotidiano.  Importantissimo il servizio di ginecologia per le pazienti GUCH, e di diagnosi prenatale dedicato alle donne che desiderano una gravidanza, in collaborazione con la neonatologia e  con la mediazione delle psicologhe.

Print Friendly, PDF & Email
Language »