436 letture

S.TE.P. Festival – Solo Teatro Plastic Free

Al via la prima edizione dal 21 novembre al 1 dicembre 2019 al Centro Polifunzionale Tiberio Bartoli di Lariano (RM) e noi de “ilTitolo” ci saremo!


Siamo felici di comunicare che ilTitolo.it e il Titolotv.it saranno media partner per  la prima edizione dello “S.TE.P. Festival – Solo Teatro Plastic Free” che avrà luogo a Lariano (RM) dal 21 novembre al 1 dicembre 2019 ed è organizzato dal Comune di Lariano,  Assessorato allo Spettacolo e alla Cultura, con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio.

Il festival, che ha come direttore artistico l’attore Fabrizio Romagnoli (www.fabrizioromagnoli.it), è suddiviso in due sezioni: Teatro per Ragazzi e Teatro Classico e Contemporaneo. Il Teatro per Ragazzi è coordinato dal presidente dell’associazione culturale “Amentesveglia” di Lariano, l’attore Andrea Abbafati e dall’attrice Carlotta Sperati, e si svolgerà dal 21 al 24 novembre 2019.

Il Teatro Classico e Contemporaneo è coordinato dalla presidente dell’associazione culturale “ALIAS” di Velletri, l’attrice Francesca Sangiorgi, e si svolgerà dal 28 novembre al 01 dicembre 2019. Non de “ilTitolo” vogliamo fare qualche domanda agli organizzatori per entrare nel vivo del progetto e per poter iniziare a seguire tutti gli eventi proposti nel ricco programma con la nostra rubrica “AttoxAtto a Teatro con Fabrizio Romagnoli“.

Il territorio italiano pullula di festival vari, che cosa ha di nuovo il vostro festival?

Innanzitutto, buongiorno a voi cari amici de “ilTitolo” e in particolar modo al bravissimo direttore Donato Francesco Bianco, sempre presente con la nostra rubrica nelle iniziative che mi coinvolgono: grazie! “S.TE.P.” è un festival molto importante sia per il territorio che per le compagnie che partecipano. Innanzitutto bisogna dire che è specifico per compagnie amatoriali e che c’è stata una selezione, anzi, una dura selezione a tutti gli effetti. Sono state tante le compagnie della regione Lazio che hanno inviato l’iscrizione al festival ma noi ne abbiamo selezionate sei, tre per il teatro ragazzi e tre per il teatro classico e contemporaneo. Importante per il territorio e la città di Lariano perché tutti gli eventi saranno totalmente gratuiti per il pubblico e per chi vorrà seguire le varie lezioni/workshop e conferenze che avverranno durante il periodo festival. (Fabrizio Romagnoli)

Ma che cosa significa Solo Teatro Plastic Free?

S.TE.P. è, appunto, l’acronimo di Solo Teatro Plastic Free, perché questo è un festival dove cultura e ambiente si intrecciano. Sarà possibile, infatti, sia assistere a spettacoli teatrali che partecipare a laboratori di danza, teatro e ambientali. Inoltre, S.TE.P. in inglese significa gradino/passo, e sia a me che all’ altra ideatrice del progetto, la consigliera Lorena Starnoni, ci piaceva l’idea che questo fosse un “primo gradino” di tante altre iniziative legate all’arte e alla sensibilizzazione ambientale. (Francesca Sangiorgi)

Il festival si apre con la sezione Teatro Ragazzi, è stata difficile la selezione delle compagnie e quali criteri di scelta avete applicato?

Come ogni selezione che si rispetti c’è voluto impegno e dedizione… da attore capisco l’importanza di una selezione e non la prendo assolutamente con leggerezza… essere presi in un progetto è sempre motivo di vanto ed orgoglio! Abbiamo quindi scelto coloro che sono stati in grado di trasmetterci originalità, passione nel lavoro che proponevano, tecnica e competenza, con un occhio di riguardo alle storie che ci sono state proposte tenendo soprattutto conto del pubblico a cui queste storie dovevano essere raccontate. Tutte le richieste mostravano qualità importanti e non è stato assolutamente facile, ma siamo sicuri di aver fatto un ottimo lavoro. Il materiale, come detto, è ottimo e l’entusiasmo è a mille! (Andrea Abbafati)

Chi ha seguito tutta la parte della segreteria e delle richieste di partecipazione? Essendo l’iscrizione gratuita, ci sono state molte richieste?

Della parte di segretaria e delle richieste di partecipazione me ne sono occupata io. Le richieste pervenute sono state tante a nostra sorpresa, ma le compagnie selezionate sono state solamente sei, tre per la sezione ragazzi e tre per la sezione teatro classico e contemporaneo. (Carlotta Sperati)

La prima edizione dello STEP Festival è nata da un’iniziativa della consigliera comunale Lorena Starnoni, condivisa, in primis dal sindaco Maurizio Caliciotti, e poi dall’assessore allo spettacolo Fabrizio Ferrante Carrante, e dall’assessore alla cultura Maria Grazia Gabrielli. Il progetto denominato, appunto, STEP Festival (Solo teatro Plastic Free) è risultato vincitore di un bando indetto dal consiglio regionale del Lazio, ed è una manifestazione con un forte connubio tra cultura e ambiente. Pensate ci sia bisogno di più bandi che promuovano eventi di questo calibro?

Gli eventi che promuovono la cultura non sono mai troppi, se poi sono associati all’ambiente, come in questo caso, diventano essenziali. In particolare, le manifestazioni che si svolgono nei piccoli comuni come Lariano, sono importanti perché in questi territori, sono sì ricchi di storia, ma scarsamente raggiunti da eventi culturali importanti, quasi tutti concentrati nella Capitale. (Francesca Sangiorgi )

Gli spettacoli della sezione Teatro per Ragazzi sono rivolti agli alunni dell’Istituto Comprensivo di Lariano, preside prof.ssa Patrizia Fiaschetti, che formano la “Giuria Juniores”. Come funziona la selezione e con quale entità sono coinvolte le scuole? Con quale criterio si arriverà al miglio spettacolo per ragazzi?

Gli spettacoli selezionati sono tutti orientati verso un pubblico giovane. Le classi sono totalmente coinvolte: oltre a dover giudicare le esibizioni inserendo dei tappi di plastica (in riferimento al tema ‘Plastic Free’ dell’evento) assegnando un punteggio a scelta tra sei, otto e dieci, infatti, ai ragazzi è stata affidata la responsabilità di creare delle piccole opere d’arte che saranno esposte durante tutta la durata del Festival nel Centro Polifunzionale ‘Tiberio Bartoli’ in una piccola mostra dal titolo “un mare di plastica”.

Speriamo, così facendo, di rendere le scuole totalmente partecipi; personalmente, ma sono certo di poter parlare a nome di tutta l’organizzazione, credo che la presenza di così tanti giovani sia un’aggiunta importante per un Festival di Teatro in un periodo storico dove questa Arte viene spesso dimenticata e messa da parte, soprattutto dai ragazzi.

Come Associazione Culturale ne abbiamo spesso viste di tutti i colori e sappiamo bene che far venire i ragazzi a Teatro purtroppo non è per niente facile ma cerchiamo sempre di trovare un modo, anche grazie alla stretta collaborazione con l’assessore, ma prima di tutto amico, Fabrizio Ferrante Carrante che è sempre disponibile come lo è stato per questa occasione; infatti, forti della nostra esperienza abbiamo deciso di dedicare al nostro giovane pubblico quattro giorni di puro Teatro totalmente gratuito e no, non è assolutamente un dato da sottovalutare! (Andrea Abbafati)

Tutte le classi dell’Istituto sono state invitate a realizzare dei lavori sul tema dell’inquinamento, dal titolo “un mare di plastica”. Le opere saranno esposte per tutta la durata del Festival al polifunzionale Tiberio Bartoli, sede del festival. Vi aspettate una grande partecipazione?

L’istituto Comprensivo in primis ha sposato quest’idea in maniera molto entusiasta e anche i ragazzi che si sono ritrovati ad essere parte attiva del progetto sono stati contenti di poter collaborare e rendersi partecipi di un progetto che abbraccia tutto il paese. Per questo motivo ci aspettiamo grande partecipazione dai ragazzi sia per quanto riguarda gli spettacoli, sia per i laboratori che si terranno, gratuitamente, nei pomeriggi. (Carlotta Sperati)

Dal 28 novembre, invece, prenderà il via la sezione “Teatro Classico e Contemporaneo”. Gli spettacoli saranno premiati con le targhe al: Miglior Attore, Miglior Attrice, e Miglior Spettacolo. Da chi è composta la giuria?

Io sono il presidente di giuria e sono fiero di avere al mio fianco Carlotta Bolognini e Fabio Luigi Lionello. Carlotta Bolognini è la figlia del produttore Manolo Bolognini e nipote del regista Mauro Bolognini. Nata e cresciuta sui set, ha lavorato con Lina Wertmuller, Dino Risi… Scritto il libro dedicato al papà e ideato e prodotto il docufilm Figli del Set, pluripremiato. Line producer di corti e direttore artistico teatrale. Socio onorario e collaboratrice del Centro Culturale Mauro Bolognini. In preparazione docufilm Compagni d’arte. Storia di una grande amicizia tra Zeffirelli, Piero Tosi e Mauro Bolognini.

Fabio Luigi Lionello è autore, regista, commediografo, sceneggiatore, filmaker….  dal Bagaglino all’Arena di Verona… collabora con Pingitore, Squarzina, Rosi, Montaldo… dalla Cina alla Spagna… da Riccardo Cocciante (Notre Dame de Paris – regia diretta televisiva Rai uno) a Lucio Dalla (Tosca – Amore disperato, Rai due), da Gianna Nannini (Pia come la canto io) alla PFM (Dracula, co-regia con Alfredo Arias)… e teatro tanto (ora in preparazione “Sangue di Strega” di Enza Li Gio. E ritorno in scena a febbraio di “Emma B.”, terzo anno di repliche). Ridere è una cosa seria. Insieme ai miei colleghi Francesca Sangiorgi, Carlotta Sperati e Andrea Abbafati, credo di aver formato una squadra meravigliosa, sarà un grande festival e spero che riusciremo a fare e a dare alla città di Lariano tutto quello che abbiamo pensato, lo spero con tutto il cuore! (Fabrizio Romagnoli)

Anche in questo caso, ogni sera il pubblico sarà chiamato a votare con lo stesso sistema che ci avete spiegato per il teatro ragazzi. Alla fine delle tre serate, sarà assegnato il premio “Miglior Spettacolo per il Pubblico 2019 – città di Lariano”

Abbiamo pensato di inserire questo premio perché pensiamo che il pubblico non debba essere un fruitore “passivo” degli spettacoli, ma deve sentirsi coinvolto, essere parte “attiva” dell’evento, in questo caso, votando le rappresentazioni a cui assisteranno nelle tre serate del Teatro Classico e Contemporaneo. (Francesca Sangiorgi)

Bene, siamo molto felici come giornale online ilTitolo.it di essere con voi e di intervistare tutti i partecipanti al festival, compagnie e organizzatori. Allora, ci vediamo in diretta la mattina di giovedì 21 per iniziare insieme questa bella avventura! In bocca al lupo a tutti… noi, diciamo!

Language »