No-Dams No-Party

Dal 17 al 20 giugno quattro giorni di festa in piazza Maggiore per DAMS50.


Le celebrazioni per festeggiare i cinquant’anni del DAMS, racchiuse nel lungo cartellone di DAMS50, promosso dal Dipartimento delle Arti – con il supporto dell’Alma Mater, della Regione Emilia-Romagna e della Direzione Cinema del Ministero della Cultura – arrivano al momento clou: si chiama NO-DAMS NO-PARTY la quattro giorni di festa, che avrà il proprio centro sul palco di piazza Maggiore, da giovedì 17 a domenica 20 giugno, e include molti appuntamenti in diversi luoghi di Bologna.

Grandi ospiti del mondo dello spettacolo e della cultura salgono sul palco più prestigioso della città, grazie alla collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna, mentre gli spazi del DAMSLab in piazzetta Pasolini vedono il susseguirsi incontri, conversazioni e tavole rotonde con gli ex-studenti del DAMS, il Museo della Musica ospita una performance di danza, la Salaborsa speech e concerti.

Ancora, le sedi attuali e storiche del corso di laurea sono impreziosite da DAMS_ON, una serie di video-installazioni artistiche originali, che insieme alle dieci affissioni di CHEAP, diventano le tappe di una vera e propria caccia al tesoro nel centro cittadino. Si comincia martedì 15 giugno con l’accensione in anteprima dell’intervento di arte pubblica di Riccardo Benassi sulla facciata della Chiesa di Santa Cristina, al termine dell’incontro nel chiostro del Complesso promosso da Home Movies, dedicato ai Fratelli De Nigris e alla loro factory di cinema in super8.

Fino a qui il ricco e composito palinsesto di DAMS50 ha proposto oltre 30 eventi per ricostruire l’intensa polifonia del DAMS, tra incontri online e in presenza con gli ex-studenti “celebri”, due convegni specialistici, due mostre“NO DAMS” al Museo della Musica, sostenuta da Intesa Sanpaolo, verrà prorogata, per il successo di pubblico incontrato, fino a fine luglio –, la laurea ad honorem dell’Alma Mater all’artista Mimmo Paladino e altre iniziative culturali e spettacolari, come gli incontri “in absentia” dedicati ai grandi artisti legati al DAMS che ci hanno lasciato. Anche grazie allo streaming, al sold-out di tutti gli eventi in presenza, si aggiungono le visualizzazioni complessive degli eventi sui canali di DamsLab: ad oggi, sono state oltre 55 mila su Facebook e oltre 28 mila su YouTube.

In previsione di NO-DAMS NO-PARTY, il laboratorio di social media management promosso da BAM! Strategie culturali rivolto agli studenti DAMS ha inoltre lanciato una campagna di crowd-sourcing per cui tutti gli allievi, che frequentano o hanno frequentato il corso di laurea, possono condividere su Facebook una foto o un video per raccontare il proprio ricordo legato alla vita universitaria e a Bologna (utilizzando gli hashtag #Dams50 #Damsierieoggi e taggando la pagina @damslab.lasoffitta). I contenuti più “cliccati” saranno premiati con dei posti riservati in Piazza Maggiore per gli spettacoli in programma.

LE SERATE IN PIAZZA MAGGIORE

Una grande festa in piazza Maggiore corona gli appuntamenti di DAMS50. Le giornate dal 17 al 20 giugno culminano in quattro spettacoli sul grande palco della piazza, in collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna: ogni sera appuntamento alla presenza di grandi artisti del panorama nazionale, per dare voce alle tante anime creative che hanno popolato e popolano ancora oggi il DAMS.

17 giugno, ore 21.45: lo spettacolo teatrale “Rumore di Acque” di Marco Martinelli, Ermanna Montanari / Teatro delle Albe

18 giugno, ore 21.45: proiezione di “Andate a lavorare”, versione work-in-progress del docufilm inedito di Ambrogio Lo Giudice, prodotto da Genoma Films sui cinquant’anni del DAMS, con il supporto di BPER Banca. Il doc è introdotto da una conversazione guidata da Patrizio Roversi, con i protagonisti del film – e del DAMS di ieri e di oggi: Eugenia Casini Ropa, Giacomo Manzoli, Veronica Innocenti, Orea Malià, Oderso Rubini e gli studenti del corso di laurea

19 giugno, ore 21.45: Stefano Bollani. Piano Solo. Uno spettacolo di parole e musica per Bologna

20 giugno, ore 21.45: “Anidride solforosa”, spettacolo di Mario Tronco (Avion Travel e Orchestra di Piazza Vittorio) con Peppe Servillo. Una formazione inedita si incontra sull’omonimo disco di Lucio Dalla e Roberto Roversi. In collaborazione con Fondazione Lucio Dalla.

DAL MATTINO ALL’APERITIVO: APPUNTAMENTI AL DAMSLAB, MUSEO DELLA MUSICA, IN SALABORSA

Milena Gabanelli, Ratigher, Enrico Palandri: dal 18 al 20 giugno, dal mattino fino all’ora dell’aperitivo, negli spazi del Dipartimento delle Arti in piazzetta Pasolini si dispiegherà una ricca serie di incontri con chi è passato dal DAMS. L’Auditorium del DAMSLab sarà la base per le conversazioni con alcuni ex-studenti illustri del corso di laurea e tavole rotonde dedicate a professionisti che partendo dai banchi del DAMS si sono affermati nel campo delle arti e delle industrie culturali e mediali.

Il programma “diurno” si completa con la performance site-specific di Cristina Kristal Rizzo al Museo della Musica (venerdì 18 giugno, ore 17.30 e 18.20) e dell’atteso talk in Salaborsa con Alec Ross, spin doctor di Barak Obama intervistato da Paola Manes e accompagnato al termine da un concerto al pianoforte della giovane Giovanna Barberio (domenica 20 giugno, ore 18.30).

DAMS_ON: 15-20 GIUGNO

Grazie al progetto di interventi artistici originali supportato da BPER Banca, dal 16 al 20 giugno, dal crepuscolo alle 24, le storiche sedi e attuali del corso di laurea sono “accese” dai lavori di Tommaso Arosio, Riccardo Benassi (in anteprima dal 15), Apparati Effimeri ed Elisa Seravalli, formatisi a Bologna e oggi artisti di successo internazionale. Appuntamento a Palazzo Marescotti-Brazzetti (via Barberia 4), al Complesso di Santa Cristina (Piazzetta Morandi), al DAMSLab (Piazzetta Pasolini), al DISCI (via Guerrazzi 20), al Museo della Musica (Strada Maggiore 34) e all’Ex Ospedale dei Bastardini (via D’Azeglio 41).

“Vertigo” di Tommaso Arosio a Palazzo Marescotti-Brazzetti (via Barberia 4)

“Così per dire” di Riccardo Benassi nel Complesso di S. Cristina (piazzetta G. Morandi, 2)

“DAMSDebord” di Apparati Effimeri A DAMSLab (piazzetta P.P. Pasolini, 5b)

“Anni di pongo” di Elisa Seravalli a DISCI (via Guerrazzi, 20), Museo della Musica (Strada Maggiore, 34), Ex Ospedale dei Bastardini (via M. D’Azeglio, 41)

ONCE UPON A DAMS: CHEAP PER DAMS50

La “visita guidata” del centro di Bologna sulle tracce del DAMS può proseguire con i dieci poster affissi sui muri della città fino al 22 giugno, grazie all’intervento artistico di CHEAP. Il progetto riporta l’immaginario del DAMS nello spazio pubblico, nelle strade e nelle piazze vissute dalle studentesse e dagli studenti. Con Once upon a DAMS, quei vissuti tornano a stratificarsi in strada attraverso il contributo di dieci tra artiste e artisti che, a partire dalla loro biografia, ricordano l’esperienza formativa e umana degli anni dell’Università.

Marco Dalbosco | via San Felice; Giuseppe De Mattia | via Nazario Sauro; Ester Grossi | Strada Maggiore; Elena Guidolin | via Mascarella; Igort | Via San Vitale; Lara Norscia | via Sant’Apollonia; Otto Gabos | via Sant’Isaia; Caterina Pecchioli | via D’Azeglio; PetriPaselli | via Ca’ Selvatica; Ratigher | via Ugo Bassi.

IMPORTANTE: Tutti gli eventi sono gratuiti ma con prenotazione obbligatoria sul sito dams50.it.

Informazioni: www.dams50.it

Print Friendly, PDF & Email
Language »