82 letture

La Nazione, una storia lunga 160 anni

Ieri mattina nell’auditorium “Attilio Monti” dello storico quotidiano fiorentino il direttore de La Nazione Francesco Carrassi ha presentato il logo celebrativo e il calendario degli eventi.


Chissà se Bettino Ricasoli, il fondatore de La Nazione, avesse immaginato che quel piccolo mezzo foglio, battezzato in nome di uno Stato Unitario che nel 1859 era ancora soltanto un sogno ma che nel giro di due anni sarebbe diventato realtà e nato in fretta e furia grazie all’impegno di pochi giornalisti e grafici volontari, un giorno avrebbe spento 160 candeline.

 

Eppure da quel lontano 19 luglio 1859, La Nazione racconta giorno dopo giorno, la vita di una città, di una regione, di un pezzo importante d’Italia. Centosessanta anni di storia, di personaggi, di fatti più o meno lieti riprodotti sulle colonne del giornale. Ieri mattina nell’Auditorium Cavalier Attilio Monti de La Nazione, il direttore de La Nazione Francesco Carrassi ha presentato il logo celebrativo e il calendario degli eventi. Tanti i personaggi presenti, tra i quali anche il sindaco di Firenze Dario Nardella.

 

Il direttore da La Nazione Francesco Carrassi “La Nazione compie i suoi primi 160 anni di vita. Un traguardo importante se si pensa che il quotidiano rappresenta un punto di riferimento per le famiglie della Toscana, dell’Umbria e anche della Liguria con una prevalenza di diffusione sulla provincia di La Spezia. Per tradizione La Nazione è stata in passato – ma possiamo dire che lo sia tutt’oggi – una grande scuola di giornalismo per informare al servizio dei lettori. In un mondo della comunicazione che cambia profondamente e rapidamente, il quotidiano continua a garantire un’autorevolezza ancora riconosciuta a ogni latitudine. Il giornale non solo è il luogo delle notizie, approfondite, verificate e riportate con professionalità, ma è un vero e proprio punto di riferimento per la gente, per i territori. Punto di riferimento capillare e tempestivo grazie anche a un sito internet aggiornatissimo e ricco di contenuti multimediali. Insomma un giornale per i lettori e dei lettori, con un ruolo sempre centrale nelle comunità. Grandi o piccole che siano”

 

Il sindaco di Firenze Dario Nardella “La Nazione da 160 anni svolge un ruolo di presidio e grande attenzione ai territori. Un giornale che con equilibrio e autorevolezza racconta le città della Toscana, dell’Umbria e della Liguria. Un quotidiano che è sentinella della politica, capace di trasmettere i messaggi fondanti della democrazia e al tempo stesso di svolgere il ruolo di critica. Come sindaco non ho mai chiesto e mai chiederò a La Nazione di essere al mio fianco, ma che il giornale di Firenze sia sempre al fianco della città”.

 

IL LOGO CELEBRATIVO

A settembre 2018 sulle pagine de La Nazione è stato lanciato il Premio ‘Disegna il logo celebrativo dell’anniversario’. Tra tutte le proposte arrivate, una giuria di qualità presieduta dal direttore de La Nazione Francesco Carrassi, alla quale hanno partecipato anche il direttore di Lucca Comics and Games Emanuele Vietina e il presidente della Scuola di Architettura dell’Università di Firenze il professor Vincenzo Legnante, ha scelto il logo disegnato da Riccardo Carrai.

 

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI

Il compleanno cadrà in luglio, ma i festeggiamenti sono già partiti e proseguiranno tutto l’anno. “Festeggeremo con i nostri lettori, per ringraziarli di quell’attenzione e di quell’affetto che ordinariamente ci riservano acquistando ogni giorno il nostro giornale. Abbiamo pensato a una ricca sequenza di eventi che spazieranno in diversi settori, per offrire occasioni di incontro diverse tra loro, e coinvolgeranno diversi luoghi, dai palazzi alle piazze”.

Per tutte le info in merito https://www.lanazione.it

Language »