Il mondo a colori di Lady Gaga

Print Friendly, PDF & Email

Il 10 aprile esce “Chromatica”, il nuovo atteso album della poliedrica popstar, già anticipato dal singolo dancepop “Stupid love”.


Una, nessuna, centomila. Miss Germanotta in arte Lady Gaga ci ha veramente abituato a tutto in questi anni e soprattutto ci ha saputo stupire. Nel 2008 il suo esordio con “Just dance” è arrivato nel momento in cui la musica da ballare era quanto mai fuori moda in ambito pop e associata perfino al cattivo gusto (almeno secondo alcuni). Lei sparigliò le carte proponendo un immagine che andava volutamente oltre al trash e una musica che ha fatto muovere anche gli apparenti scettici.

Da quei giorni sembrano passati secoli perchè Miss Germanotta in dodici anni non ci ha fatto mancare niente: ci ha dimostrato di essere una cantante vera con le sue convincenti esibizioni live, ha buttato il cuore oltre l’ostacolo con il complicato “Artpop” (2013), ha flirtato col country e il cantautorale con “Joanne” (2016) ma soprattutto, in un due occasioni ben precise, è uscita dal suo personaggio per rinascere di nuovo.

Proprio così, nel 2014 Lady Gaga ha inciso, insieme al crooner più famoso al mondo Tony Bennet, un album di standard americani, dal mondo confidenziale di Frank Sinatra agli intramotabili jazz degli anni ’20 e ’30, raggiungendo la vetta delle classifiche mondiali.

Un’altra scommessa vinta da Miss Germanotta è stata quella legata al remake di “A star is born”, diretto e cointerpretato insieme a lei da Bradley Cooper.

Oltre all’indiscutibile successo al botteghino, all’immaginario e ai gossip (presunti o tali) legati alla coppia, la pellicola ha valso a Lady Gaga l’ambito premio Oscar come migliore canzone originale per “Shallow”, proiettandola nel 2019 in un contesto hollywoodiano fino ad ora per lei impensabile.

Capite bene che non è da tutti, in cosi pochi anni, affrontare una parabola così ascendente e complessa al tempo stesso, fatta di cadute e successi, sconfinamenti in serie televisive, palchi prestigiosi come quello di Las Vegas, di solito calcato da artisti storici già artisticamente consolidati e accasati in uno stile preciso.

Ma Miss Germanotta non si ferma ancora e allora ecco arrivare “Chromatica”, il suo ritorno alla dance degli esordi unita ad una narrativa che non risparmia un racconto personale, sincero e spesso dolente.

Mascherata, trasformista ma anche cruda nel raccontare la sua vita che non sempre è stata ed è rose e fiori, Lady Gaga continua a giocare su più tavoli, affiancata da stavolta da numerosi collaboratori come, ad esempio, il produttore BloodPop, la giovane artista Grimes e l’autore Max Martin, fautore di hit come “Baby One More Time” di Britney Spears, “Teenage Dream” di Katy Perry e “Can’t Feel My Face” di The Weeknd.

“Chromatic” ha un doppio significato, fa infatti riferimento sia alla scala cromatica musicale che a quella dei colori, entrambe presenti per dirci che in questo album ci sono tanti colori e tanti suoni.

Il primo singolo “Stupid love” è spudoratamente in stile Lady Gaga prima maniera, il video riprende l’estetica dei Power Rangers e i travestimenti eccessivi ai quali già ci aveva abituato in passato.

Qui il video di “Stupid love”:

Informazioni:

www.radiobudrio.it

https://it-it.facebook.com/radiobudrio

MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10 – 14,30 – 21,00 su Radio Budrio

Fabio Alberti Fabio Alberti

Language »