Favorire il rilancio dello spettacolo e degli eventi

Print Friendly, PDF & Email

La piattaforma Showgroup.it  debutta in tv per dare slancio al futuro e far incontrare domanda e offerta.


Anche il settore dello spettacolo e degli eventi sta vivendo in queste settimane un momento difficilissimo con gravi perdite, ma c’è chi sta già  pensando a come favorire un veloce rilancio delle attività.

Si tratta di Showgroup.it  il portale gratuito ideato per far incontrare domanda e offerta del mondo dello spettacolo e degli eventi che, per promuovere l’apertura della piattaforma al grande pubblico, ha scelto un debutto in grande stile sulle reti Mediaset.

Un traguardo importante per la startup innovativa sviluppata tutta in Friuli Venezia Giulia che conta 22.000 iscritti tra artisti, location e operatori, e che è diventata consultabile da tutti quelli che vogliono organizzare eventi, siano essi professionisti o privati.

Dal 12 al 25 aprile Showgroup.it, sarà quindi on air in TV con una originale campagna pubblicitaria su Canale 5, Rete 4 Italia 1, supportata online da una digital campaign promossa in tutta Italia sulle principali piattaforme social.

L’idea Showgroup.it  è nata nel 2016 e, dopo anni di indagine del mondo dello spettacolo e dell’organizzazione eventi, nel 2019 il progetto della startup ha preso slancio. Il suo obiettivo? Diventare la piattaforma digitale italiana (per il momento, ma in futuro internazionale) in grado di unire il processo di ricerca, selezione e ingaggio, per favorire domanda e offerta lavorativa del mondo degli eventi e dell’intrattenimento.

Showgroup.it  è questo, ma non solo! Infatti per i suoi servizi l’iscrizione è gratuita e non richiede costi di intermediazione. Ideato secondo la logica win-win, Showgroup.it  si presenta come la piattaforma che aiuta a creare lavoro, in tre modi: dando una vetrina online ad artisti e operatori che offrono i propri servizi, facilitando la ricerca di fornitori da parte degli organizzatori di eventi e offrendo la possibilità a tutti gli iscritti di fare networking.

Nella foto Elisabetta Molino

Language »