696 letture

The winner is… Amadeus

Si dice che i sogni son desideri, a volte si fanno attendere, ma prima o poi si avverano.


Finalmente ce l’ha fatta, dopo anni di lavoro, testa bassa, poche pretese e tanta umiltà per Amadeus è arrivato l’anno di Sanremo e per di più per l’edizione più importante degli ultimi nove anni, la settantesima.

Classe 1962, anni di radio alle spalle e nel 1992 l’apporto in Rai, qualche anno a Mediaset e poi di nuovo in Rai dove diventa a tutti gli effetti il padrone di casa de L’eredità. Nel 2006 passa di nuovo a Mediaset a seguito di una serie di dissidi e di scelte forse non correttissime, lasciando il quiz che ormai era ben collaudato e grazie al quale aveva trovato l’amore, tutt’oggi sua moglie, Giovanna Civitillo.

Segue un periodo complicato, fino al momento del riscatto, torna in Rai e da lì un successo dietro l’altro: da Mezzogiorno in Famiglia passando per la sua partecipazione a Tale e quale show grazie alla quale emerge tutto il lato poliedrico del conduttore, arrivando a Stasera Tutto è possibile, uno dei programmi più di successo di Rai due, fino a I soliti ignoti nel preserale di Rai Uno.

Amadeus ha saputo aspettare, con pazienza e quel pizzico di speranza che in queste situazioni non è mai abbastanza. Negli occhi la felicità di chi sa di meritassero, ma non lo vuole ostentare e la consapevolezza che ora ci si deve rimboccare le maniche.

La sua sarà un’edizione corale, che darà spazio anche ai grandi che hanno fatto la storia del Festival. Fiorello ha già confermato che sarà al suo fianco, così come Jovanotti.

Non sappiamo ancora nulla di come sarà strutturato nel dettaglio, quello di cui siamo certi è che sarà un Festival condotto da un bravo presentatore, che tra l’altro avrà anche la direzione artistica. Un conduttore che di musica ci capisce. Non potremo fare un paragone con i festival di Baglioni, non sarebbe corretto oltre che essere un confronto non ad armi pari. Ci sarà tempo per pensare, anche se siamo ad agosto e forse la dirigenza Rai avrebbe dovuto “conferire” l’incarico un po’ prima.

Quello che è certo è che in questo momento ci sarà una persona che starà festeggiando più di tutti, forse più dello stesso Amadeus, il suo amico Fabrizio che Sanremo se lo sarebbe meritato tanto quanto lui. Frizzi non c’è arrivato. Qualcosa e qualcuno non gliel’hanno permesso, ma il suo amico fraterno sì, ed è giusto che si giochi questa partita nel migliore dei modi.

Non ci sarà bisogno di dimostrare nulla a nessuno, smettiamola di pensare che con Sanremo un conduttore si giochi tutto, no, non è vero, perché se si é arrivati su quel palco vuol dire che qualcosa si vale, al di là del punto percentuale in più o in meno.


Da Lunedì 14 ottobre 2019 siamo tornati in onda.
Vi aspettiamo con Fabio Alberti, Enrica Leone, Francesco Maggiore, Fabrizio Romagnoli, Riccardo Dettori, Piera Vitali, Tiziana Marongiu e Donato Francesco Bianco.
Buona visione con la nostra nuova programmazione su
www.facebook.com/TitoloTv
www.youtube.com/c/TitoloTV

Language »