83 letture

Premio Azzarita 2019

Grande attesa per la sedicesima edizione.


A pochi giorni da sabato 11 maggio, cresce l’attesa per il conferimento della sedicesima edizione del Premio Azzarita, riconoscimento tributato ai pugliesi distintisi nei vari campi della comunicazione a cominciare proprio dal giornalismo  nel nome di Leonardo Azzarita, molfettese  e giornalista che ricoprì  diversi importanti incarichi.

 

La commissione incaricata presieduta dal giornalista Giuseppe Pansini, dopo una attenta selezione, ha scelto i vincitori di questa edizione del Premio. Per la sezione giornalisti pugliesi in ambito nazionale, il premio andrà a Leonardo Zellino[/b], giornalista del Tg due della Rai, con un passato al Tg 3 Puglia, autore di inchieste giornalistiche di alto profilo.

 

Zellino, originario di Canosa , laureato in sociologia presso La Sapienza di Roma, ha condotto il programma Buon giorno Regione al Tg 3 della Puglia ed ha collaborato con numerosi quotidiani. Con Lui, la commissione ha scelto gli altri tre premiati; il Maestro Direttore d’orchestra Giuseppe Finzi,  che onora la città di Molfetta in tanti teatri italiani ed europei ma anche internazionali. E’ stato dal 2011 al 2015 Resident Cunductor alla San Francisco Opera e tantissime sono le Sue direzioni in prestigiosi teatri Europei come Berlino, Barcellona, il Teatro San Carlo di Napoli e tantissimi altri.

 

Premio Azzarita 2019 anche a mons. Pietro Amato, già direttore del Museo Storico Vaticano e profondo conoscitore di Corrado Giaquinto.  Di recente, ha voluto donare una preziosa tela al Museo Diocesano di Molfetta ed è  autore di numerosi volumi e conferenziere in varie sedi internazionali.

 

Premio Azzarita anche al regista pugliese Pippo Mezzapesa,  vincitore con i suoi cortometraggi e lungometraggi di numerosi riconoscimenti come i David di Donatello e che di recente ha diretto un film che tra gli interpreti vede il noto attore pugliese Sergio Rubini. Un quartetto di grande prestigio che sarà arricchito da numerose presenze istituzionali. La serata vedrà anche la presenza del Maestro alla chitarra Vito Vilardi.

 

La serata, all’insegna della cultura e dell’eccellenza, sarà  l’ occasione per conoscere meglio queste personalità  del mondo della comunicazione. Ognuno di loro avrà  modo di raccontarsi, facendo conoscere aneddoti, episodi e circostanze inedite che hanno segnato la loro carriera.

 

Ad ognuno  dei premiato  verrà  conferita  anche una opera d’arte creata  proprio per l’evento  da un artista pugliese in modo tale da ribadire ulteriormente il legame con la Puglia, loro terra di origine, visto che per lavoro, spesso si sono allontanati dalle loro origini. Il premio, ancora una volta vuole sottolineare e premiare,  i personaggi che hanno fatto volare in Italia e all’estero il nome della Puglia, facendola amare ed apprezzare ovunque.

Language »