La Spezia capitale mondiale della nautica

Presentato al Salone Nautico di Genova il progetto “Miglio Blu – La Spezia per la nautica”.


Il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha presentato oggi, al salone internazionale nautico all’interno del Convegno “Liguria hub della nautica. Le grandi trasformazioni urbanistiche in atto” con il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, l’ambizioso progetto del “Miglio Blu – La Spezia per la nautica” che ha l’obiettivo di rendere La Spezia una delle Capitali della nautica e il punto di riferimento per la costruzione e il refitting di imbarcazioni da diporto, con un posizionamento distintivo, ma non esclusivo, su quelle di lusso.

Miglio Blu” è un progetto nato per dare impulso alla creazione sul territorio spezzino di un distretto nautico di rilevanza internazionale, a partire dalla storica vocazione e dalla forte leadership della città nel settore della nautica da diporto.

Il Miglio Blu della Spezia è uno dei grandi protagonisti del Salone Nautico, il cui progetto ambisce a creare un distretto della nautica riconosciuto a livello internazionale e far diventare La Spezia Capitale Mondiale della Nautica – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchiniil Miglio Blu è uno dei grandi progetti della nostra Amministrazione che lega insieme nuove infrastrutture, l’innovazione tecnologica e la formazione professionale per dare impulso alla creazione di nuovi posti di lavoro nell’eccellenza nautica di cui La Spezia è leader assoluta. Lungo un miglio di costa spezzina si trovano, infatti, tutte le eccellenze della nautica a cui daremo un’identità specifica con il brand Miglio Blu su cui puntiamo con investimenti nelle infrastrutture al fine di costruire un vero e proprio distretto della nautica con tutti i servizi dedicati. Non solo, gli investimenti riguardano anche la formazione grazie alla sinergia fra le imprese del settore, il Polo Universitario della Spezia, il DTLM, il CSSN della Marina Militare e il CMRE della Nato offrendo così il più alto livello di ricerca e innovazione per stimolare l’imprenditorialità locale e attrarre attività, imprese e investimenti extra-territoriali. Un progetto ambizioso che è stato supportato fin dall’inizio da Regione Liguria“.

Il progetto è stato posto al centro di un Protocollo d’intesa sottoscritto l’8 giugno 2020 da Comune della Spezia, Regione Liguria e dai rappresentanti dei cantieri navali Baglietto, Cantieri Navali La Spezia, Cantieri Riva, Ferretti, Group Fincantieri, Cantiere navale Michelini, Perini Navi, Porto Lotti e Sanlorenzo Yatch.

Gli interventi previsti nel Protocollo d’Intesa, lungo il tratto sopra descritto, sono prima di tutto di riqualificazione urbana, ma il Progetto prevede anche la realizzazione di percorsi di formazione per la nautica grazie al Piano di formazione professionale territoriale e attività di comunicazione e branding, attraverso la creazione di un logo unico e identitario per la promozione del brand Miglio Blu.

Per quanto concerne la parte infrastrutturale l’Amministrazione Comunale ha inteso avviare un progetto di potenziamento delle infrastrutture cittadine, funzionali alle attività produttive e manutentive nautiche, che rappresenta anche un’importante opportunità di sviluppo del territorio e della fruibilità di servizi a favore della cittadinanza.

L’importo totale del progetto è di 1.550.000,00 €, di cui 1.132.032,80 € finanziati da contributi Regionali ex Fondo Strategico (Decreto Dirigente AM 4079 del 8 luglio 2019), e 300.000,00 € finanziati dall’Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale.

Il progetto, a cura dell’Arch. Andrea Beconcini, è suddiviso in due fasi:

Fase 1 – la realizzazione e ampliamento del parcheggio pubblico in località Pagliari, inaugurato nell’aprile scorso che ha visto l’installazione di un impianto di illuminazione pubblica e di un impianto di raccolta e smaltimento acque meteoriche.

Fase 2 – realizzazione in Viale San Bartolomeo della pista ciclabile “Miglio Blu”, che si estenderà dal ponte della Darsena Pagliari all’ingresso del C.S.N.N., e ricostruzione del marciapiede sul lato monte dello stesso Viale San Bartolomeo. Successivamente alla consegna del parcheggio, sono state avviate le lavorazioni lungo Viale S. Bartolomeo, procedendo, in primis, con la realizzazione del marciapiede, ubicato sul lato monte, e dell’impianto di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche; ad oggi la seguente lavorazione è in fase di completamento.

Sono 9 le azioni prioritarie che sono state individuate all’interno di questo Progetto e che saranno realizzate grazie alle attività di altrettanti Gruppi di Lavoro specificamente costituiti: un censimento delle realtà produttive della nautica sul territorio e una mappatura delle esigenze evolutive nonché dell’impatto economico potenziale di sviluppo, la costruzione del “brand” Miglio Blu, con un marchio/logo identitario e la strutturazione di un piano di marketing e comunicazione, che metta a punto la “proposizione di valore” del territorio, la creazione di un sistema di accreditamento delle aziende che accederanno al marchio Miglio Blu, l’abilitazione di un servizio di matching tra domanda e offerta per la costruzione della filiera di fornitura locale della nautica, la costruzione di una pianificazione territoriale (urbana e della mobilità) indirizzata ad individuare i fabbisogni (attuali e potenziali futuri) e gli spazi/aree a terra e a mare relative alle produzioni/servizi per la nautica, il potenziamento dell’offerta formativa professionale, tecnica e avanzata lungo l’intera catena del valore della nautica, il lancio di azioni di comunicazione e sensibilizzazione verso la cittadinanza per la conoscenza del progetto Miglio Blu e la veicolazione delle opportunità che offre, la pianificazione degli interventi sul sistema ricettivo e dei servizi del territorio volto ad una loro qualificazione quanti-quantitativa in linea con il profilo di posizionamento dell’offerta nautica territoriale nonché la progettazione e costruzione di un cluster di competenza sull’energia sostenibile, la decarbonizzazione e le nuove tecnologie nel settore nautico.

Con il supporto della società The European House Ambrosetti è stato elaborato un modello di governace in grado di garantire il successo del percorso progettuale individuato, assicurando la rappresentanza degli attori istituzionali e rappresentativi del territorio, l’impegno e la contribuzione degli attori coinvolti su un programma di lavoro condiviso e la continuità d’azione di medio-lungo periodo secondo la visione strategica definita del progetto.

Nel dettaglio è prevista la governance di indirizzo strategico, in forma di un Comitato di Indirizzo che vede come soggetti permanenti la regione Liguria, il Comune della Spezia, la Camera di Commercio Riviere di Liguria, le associazioni Confindustria, CNA, Confartigianato e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale.

A supporto del Comitato di Indirizzo sono previsti, un Comitato Consultivo con 1 rappresentante per ciascuna delle organizzazioni sindacali di riferimento ed eventuali altri soggetti significativi e un Comitato Tecnico, composto dai rappresentanti di ITS, Promostudi e Distretto Ligure delle Tecnologie Marine – DLTM (1 rappresentante ciascuno).

Il Comitato di Indirizzo si relazionerà con tali Comitati, a fini consultivi e di approfondimento tecnico, con modalità concordate e in funzione degli ambiti di interesse specifici relativi alle progettualità in sviluppo e/o da programmare del «Miglio Blu».

Anche la marina Militare, in virtù del ruolo e delle attività, sarà un ulteriore soggetto di riferimento e attore rilevante rispetto al Progetto del miglio Blu e sarà coinvolta sulla base degli accordi, modalità e prassi vigenti con il Comune della Spezia.

Print Friendly, PDF & Email
Language »