305 letture

La Pietà Experience di Davide Foschi

In occasione del tour dedicato al suo decimo anniversario, la Pietà di Foschi, conosciuta anche come l’Opera del Mistero per i particolari effetti provocati durante la sua contemplazione e per gli inspiegabili cambiamenti che appaiono sulla tela, sarà esposta presso la Cappella Vela di Arcore nei giorni sabato 14 e domenica 15 settembre.

Davide Foschi, artista, scrittore, relatore, è anche il fondatore di Nuovo Rinascimento, movimento culturale che pone al centro l’essere umano, la riscoperta del valore del senso della Meraviglia e della Bellezza, riaprendo come nel primo Rinascimento la questione dell’importanza della sinergia fra arte, scienza, cultura, educazione, ambiente ed economia.

La Pietà di Foschi, dipinto che desta da ormai dieci anni il clamore del pubblico e della critica, ha una genesi particolare: è nata durante un momento di particolare trance raggiunta dall’artista milanese, in seguito ad una profonda meditazione nel giorno di Pasqua del 2009. Spesso la tela, sempre in inspiegabile evoluzione, muta anche all’improvviso tra lo stupore degli osservatori che sembrano lasciare, con la loro interazione, una sorta di impronta psichica sul dipinto creando di fatto un incredibile dialogo fra l’immanente ed il trascendente.

Simboli, immagini, formule, tracce leonardesche: la Pietà di Foschi vive di vita propria e sta raccontando anno dopo anno una storia che suscita meraviglia. Forse, la storia di tutti Noi.

La tela verrà esposta ad Arcore grazie al desiderio manifestato dal Sindaco Rosalba Colombo e dall’Assessore alla Cultura Paola Palma, con il Patrocinio del Comune di Arcore e della Pro-loco presieduta da Piero Errico in occasione della più importante manifestazione annuale arcorese. L’opera sarà visitabile nel meraviglioso contesto della Cappella Vela, gioiello inserito nel complesso architettonico monumentale costituito dalla splendida Villa Borromeo D’Adda, dal parco e dalle ristrutturate Scuderie.

Cappella Vela, edificio di somma raffinatezza e sobrietà, progettato nel XIX secolo dall’architetto Giuseppe Balzaretti, viene arricchito dall’opera degli scultori Vincenzo e Lorenzo Vela e conserva mirabili sculture e stucchi.

La tappa di Arcore segue le rare esposizioni istituzionali con il patrocinio dei diversi Comuni avvenute nel corso del decennio fra cui quelle di Trento, Lucca, Milano, Matera ed anticipa l’ultima del 2019 che avverrà domenica 20 ottobre in occasione del Galà del Festival del Nuovo Rinascimento 2019 – L’Eredità di Leonardo da Vinci.

Ad Arcore le visite gratuite saranno guidate da Rosella Maspero, presidente di Nuovo Rinascimento, ed è prevista anche la presenza di Davide Foschi. I partecipanti verranno divisi per gruppi organizzati della durata di 20 minuti. Orari: sabato dalle ore 15.00 alle 18.00 – Domenica ore 11.00 -13.00 e 16.00- 18.00. Info prenotazioni: segreteria@4newrenaissance.com

E’ TASSATIVAMENTE VIETATA OGNI TIPO DI RIPRODUZIONE E DIVULGAZIONE  FOTOGRAFICA DELL’OPERA O CON QUALSIASI ALTRO MEZZO TECNOLOGICO.

La non fotografabilità richiesta dall’autore è volta anche a mantenere la possibilità per tutte le persone di poter fare un’esperienza che desti meraviglia e speranza permeati dal silenzio.

Per info sull’artista: www.davidefoschi.itwww.4newrenaissance.com

Language »