Il sorriso di Cristiana

Cristiana Ciacci figlia di Little Tony e il suo libro dove si racconta e racconta il difficile rapporto con “Papà”.


In questi giorni Cristiana Ciacci è parecchio sotto la luce dei riflettori anche perchè sta promuovendo il libro che racconta con grande verità il suo personale percorso e il complicato rapporto con un padre famoso, che lei avrebbe voluto fosse solo e semplicemente “papà”. Del libro si è detto abbastanza in questi giorni e le apparizioni televisive di Cristiana hanno sufficientemente sviscerato l’argomento e solleticato la curiosità.

Sicuramente il ricordo di un’icona rock quale Little Tony è stato non verrà meno; anzi verrà rinverdito grazie al lavoro e alla caparbietà di questa piccola ma grande donna. Io mi vorrei occupare invece di Cristiana, del dolore di Cristiana, quello da lei stessa vissuto che racconta col sorriso, con grande lucidità ma con pacatezza.

Nei passaggi televisivi, durante le interviste mi ha colpito molto questo modo di raccontare con lucidità ma senza rancore anche momenti cupi. Il sorriso di Cristiana mi ha colpito. E’ lo stesso sorriso del padre; quello accattivante di Little Tony che ti affascina, ti cattura.

Nel racconto della sua fanciullezza mancata c’è lo stesso modo di porsi di papà. Cristiana e Tony sono tutt’uno.

Si percepiva la sua presenza nel ricordo di Cristiana e la medesima leggerezza che li accomuna mi ha colpito come di Cristiana ci siano solo immagini sorridenti come di Tony. Quel sorriso che non manca anche nel racconto di momenti bui o di commozione, nelle manifestazioni di tenerezza nei confronti del padre.

Certo c’è anche il rovescio della medaglia. Tony era di tutti non solo suo. Cristiana ha molto sofferto per questo lei avrebbe voluto semplicemente il suo papà, più presente, più suo. Difficile per una bimba vivere il conflitto che ciò le creava.

Da un lato il personaggio pubblico e la sua carriera, dall’altro il padre che lei si aspettava. Una mamma fiera bella ed indipendente che non rientrava nei canoni tradizionali, persa anche molto presto.

Da qui il suo grande dolore, quel dolore che l’ha portata a fare i conti con l’anoressia. Anche se a vederla oggi non si direbbe esserci traccia di questa insidiosa malattia – e forse non si è mai visto- lei appare bellissima, veste colori solari e mostra un viso luminoso con un sorriso che ricorda lo stesso del padre, ma con un velo di malinconia negli occhi per ciò che purtroppo non è stato.

Cristiana sicuramente porta dentro di se le ferite di un’infanzia non facile, di una famiglia complicata, di una grande solitudine che l’ha condotta a degli errori ma che al tempo stesso l’ha resa poi forte perchè ha compreso che nonostante l’assenza fisica Tony è stato ed è “suo”. Il suo papà. Oggi più che mai. Perciò ha sentito il dovere di raccontarlo raccontandosi.

Foto tratta dal sito ufficiale http://www.littletonyfamily.it

Print Friendly, PDF & Email
Language »