384 letture

I Fiorentini vogliono la Fiorentina allo stadio Franchi

Appello alle autorità di calciatori, giornalisti, imprenditori, professionisti e tifosi.

In tanti rivolgono un appello alle autorità di Firenze e allo stesso patron della Fiorentina affinché si decida rapidamente per il restauro dello Stadio Comunale Artemio Franchi, in modo che la squadra della città rimanga a giocare nella sua sede di sempre, dove sono stati conquistati due gloriosi scudetti e infinite vittorie. Tra i firmatari anche i figli di Franchi, Giovanna e Francesco, con Alberto Orzan, Aldo Agroppi, Claudio Nassi, Raffaello Paloscia, Sandro Picchi, Claudio Carabba e tanti altri. Di seguito appello ed elenco delle prime adesioni.

I promotori

Riccardo Catola, Alessandro Fiesoli

VOGLIAMO IL FRANCHI

Caro Sindaco, Egregia Soprintendenza, gentile dottor Commisso, per mille motivi, storici, affettivi e pratici, riteniamo che la casa della Fiorentina debba restare lo Stadio Comunale Artemio Franchi. I progetti di un nuova struttura a Novoli, tanto meno a Campi Bisenzio, non ci convincono. Allontanando società e squadra dalla loro sede naturale di Campo di Marte, dove convivono dal 1931, se ne snaturerebbe l’identità, alterando il rapporto con la città e la tifoseria.

La realizzazione del progetto Novoli prevede annose lungaggini burocratiche, mentre quello di Campi Bisenzio addirittura trasferirebbe la Fiorentina in un altro comune. Sarebbe una Fiorentina di nome, ma non di fatto. Raggiungere quello stadio sarebbe per di più complicato e pericoloso considerate le condizioni della viabilità, con solo una strada a due corsie.

Capiamo bene che il Comunale è manufatto di particolare valore, portatore di importanti innovazioni tecnico-artistiche. Si tratta però di un edificio che deve rispondere anche a criteri funzionali. Validi ieri, oggi non più. Che per gli standard attuali il Franchi sia obsoleto è evidente. Ma rifiutarsi di restaurarlo significa abbandonarlo a un’inevitabile decadenza. Impensabile usarlo per altri scopi durante tutto l’anno.

Mantenerlo in sicurezza solo per poche manifestazioni costerebbe un’enormità, uno spreco inaccettabile a carico dei fiorentini. Dunque per il Comunale si preparerebbe un destino prevedibile: sgretolamento strutturale, degrado, occupazioni, droga, violenze, come già a Roma allo stadio Flaminio.

La strada del restauro è perciò obbligata. La Soprintendenza se ne faccia una ragione, Palazzo Vecchio anche. La nuova proprietà ha oltretutto il diritto di aver fretta. Un signore calato dagli Stati Uniti ha portato investimenti ed entusiasmo. Ma chiede rapidità di scelta. Perché rischiare di rovinare un rapporto iniziato nel migliore dei modi? Invece di sognare a occhi aperti improbabili Olimpiadi, conviene fare scelte razionali e immediate che garantiscano alla Fiorentina la propria gloriosa residenza e ai tifosi il luogo del cuore dove andare alla partita, il teatro indimenticabile dove sono stati vinti due scudetti. Quando tra non molto a Campo di Marte arriverà la tramvia sarà un sollievo per il traffico e per i residenti.

E’ comprensibile che alcune strutture del Franchi vadano salvate: la pensilina, le scale elicoidali e la torre di Maratona. Le curve possono invece essere sacrificate. In caso contrario lo stadio sarebbe abbandonato e uno stadio vuoto non servirà a nessuno, neanche a ricordarne i progettisti, gli eccellenti ingegneri Pier Luigi Nervi e Gioacchino Luigi Mellucci. Cordialità

Agroppi Aldo,   Aiazzi Bettina,   Aiazzi Bernardo,  Alari Laura, Alessandri Flavio,   Arrighi Evelyne,   Bacati Stefano,  Baldereschi Giorgio, Baldeschi Marina,   Baldini Roberto,   Ballerini Elisabetta,  Baragli Andrea, Barsi Carlo,  Barsi Elisabetta, Bartoloni Alessandro, Bartoloni Stefano, Barthel Riccardo,   Basile Massimo,   Beneforti Simone,  Bencini Paolo, Bencini Pietro,   Berni Giancarlo,   Bertocchini Lucia,  Bitossi Fabrizio, Boccaccini Gabriele,  Borghini Fabrizio, Borgogni Giovanni,  Bonura Barbara, Borghetti Rodolfo   Brenna Claudio,   Breschi Giovanni,  Brocci Giancarlo,   Burattin Fabrizio,   Burgisser Costanza,   Busolini Stefano,  Cabras Giuseppe, Calamai Luca,   Cappelletti Federica,   Carabba Claudio,  Carabba Enzo, Cariglia Nicola,   Carmassi Isabella,   Castelli Barbara,  Castelli Giampaolo,   Castelli Piero,   Catola Neri,  Catola Riccardo,  Caverni Gianni,   Cavorso Marco, Ceccotti Simonetta,   Chiappelli Carlo,  Chiarini Gloria, Cianchi Francesca,   Ciardi Antonella,   Cini Letizia,    Ciolli Maurizio, Coppini Alessandro,   Corsi Leonardo,   Cosi Lucia,    Cosimo Serena, Crosta Giovanni, Cuppini Ilaria,   D’Albasio Jacopo,  Da Roit Andrea, Dal Diaz Francesca,   De Biase Achille,   De Carolis Francesca  De Clauzade Arnoud, Degl’Innocenti Giulietta,  Degl’Innocenti Giovanni,   Degl’Innocenti Guido, Del Gamba Mario,  Del Punta Andrea,   Di Bari Andrea,  Di Giovanni Duccio, Di Leva Fabrizio,   Di Leva Giuseppe,   Draghi Cristiano,  Durazzi Daniele, Fabiani Barbara, Fabbri Stefano,   Faldi Franco,    Fallai Fabio, Fanelli Franco,   Farina Cristina,   Feroci Niccolò,  Ferro Luca, Fiesoli Alessandro, Fiesoli Loreno,   Fortuna Simone,  Fortunati Rossi Luciano, Franchi Francesco,   Franchi Giovanna,   Fusaro Carlo,  Gabbuggiani Marco, Galanti Lorenzo,   Galbiati Roberto,   Galli Anna,    Gambinossi Piera, Gardenti Daniele, Garzanti Alessandra, Gazi Stefania,  Giannarini Adamo, Giannelli Luca,   Giorgetti Aleandro,   Giovarruscio Giovanni,   Girotti Lilli, Giusfredi Alessandro, Gorham Alex,   Gozzini Anna,  Gozzini Giovanni,  Guarnieri Stefano,   Grandis Gianni,   Guerini Marie,  Isler Michel, Jacopozzi Alex,   Landini Luca,  Lescai Gabriella,  Ligas Franco, Livi Bacci Caterina,   Lombardi Leonardo,  Lotti Margotti Matteo,   Mancini Berto, Mancini Marcello,   Mannelli Filippo, Mannelli Francesca, Mannelli Giovanni, Mannelli Massimo,   Mannelli Michele, Mannelli Paolo,  Manetti Monica, Mannaioni Guido, Mannini Giovanna,   Maraglioni Laura,  Maraglioni Franco, Marri Stefano, Martelli Luciano,   Martinelli Alessandra,   Massacesi Federico, Mattei Marco,   Mattesini Marcello,   Matucci Elisabetta,  Matucci Maurizio, Maurizi Stefania, Mazzanti Fabio,   Mazziotta Luciano,  Melani Claudia, Mercatali Gianni,   Monnini Michele,   Monti Valerio,  Morabito Franco, Morandi Giovanni, Mondaini Nicola,   Moretti Giorgio,  Moschetta Giovanni, Mugnaini Domenico, Mugnaioni Barbara,   Nassi Claudio, Nencioni Mattia, Nocentini Marco, Noferini Lelio, Novelli Nicola,   Orzan Alberto, Pacifico Massimo,   Palcani Luciano, Pallavicino Carlo,  Paloscia Raffaello, Pananti Filippo, Paoleschi Cesare,   Papini Rossella, Pellegrini Paolo, Pepino Paolo,  Pestelli Carlo,   Petrini Luciano,  Picchi Sandro, Picchiotti Franco, Polacco Michele, Polverosi Alberto,  Poggiali Roberto, Ponsi Andrea,  Pucci Stefano, Raggi Sovini Tiziana, Riconda Massimo, Righetti Raffaele, Rogai Eleonora, Rossi Carlo, Ruffilli Jerry, Ruggeri Andrea,   Salvadori Stefano,   Sandrelli Massimo,  Sbordoni Mauro, Seghi Sergio,  Semplici Andrea, Sestini Massimo,  Sodi Enrico, Sodini Rosanna, Spinetti Giuseppe, Tasselli Riccardo, Tempesti Bartolo, Tesi Stefano, Tirabassi Leonardo, Tirinnanzi Lucia,  Toccafondi Marco, Ulivi Alessandro, Ungar Ferenc,   Ungar Giorgio,  Ungar Marco, Vannucci Piero, Vatti Renzo,  Viani Lucia e Marco,  Virdis Agostino, Wolotz Hanna.

Foto tratta da Google Map

Language »