Frammenti di Polonia

Tesori culturali, artistici e architettonici. L’Ente Nazionale Polacco per il Turismo si promuove utilizzando i linguaggi dell’arte contemporanea, mostrandosi negli spazi urbani di Roma, quelli più veri, intensi, simbolo di una romanità senza tempo: Testaccio e Trastevere.


L’iniziativa è unica ed originale, frutto della collaborazione con Sbagliato, progetto artistico fondato nel 2011 da tre amici, architetti e designers romani. Il progetto di arte urbana, dal titolo ‘Frammenti di Polonia’, rappresenta la destinazione dal punto di vista artistico-culturale, evidenziando l’unicità architettonica di due città del sud della Polonia, Cracovia e Breslavia, dove lo stile gotico, rinascimentale e barocco si fondono e si confondono con il modernismo e le opere contemporanee, creando un ambiente nuovo e vibrante.

Per realizzare queste opere, l’Ente ha affidato agli artisti di Sbagliato il compito di esprimere attraverso alcuni ‘frammenti’ le due città. Gli artisti, attraverso la loro sensibilità artistica, hanno saputo cogliere gli aspetti più caratteristici di Cracovia e Breslavia, lasciandosi ispirare dalla loro atmosfera giovane, creativa e in costante fermento.

Pur non trascurando il ricco patrimonio storico, artistico e architettonico delle due città, il lavoro degli artisti romani si basa sul desiderio di generare un’interferenza nel tessuto urbano, creando “varchi” all’interno dell’ordine rigido composto dalle architetture, attraverso l’utilizzo di poster, mezzo di comunicazione ideale per la sua natura effimera e per l’attitudine mimetica, caratteristiche distintive della poetica del gruppo.

“Si tratta di un nuovo strumento di promozione per la Polonia – fa notare Barbara Minczewa, Direttrice dell’Ente Nazionale Polacco per il Turismo in Italia – ma vuole anche essere un dialogo aperto con gli spazi pubblici della città di Roma, ed è proprio grazie a questo dialogo che gli artisti di Sbagliato, dopo aver individuato gli spot romani, hanno selezionato tra i numerosi scatti realizzati in Polonia, quelli che meglio potessero rappresentare gli elementi più artistici e significativi delle due città polacche, creando così uno scorcio di Polonia nella capitale”.

Così i quartieri di Trastevere e Testaccio – nel primo caso nelle immediate vicinanze di Piazza S. Maria in Trastevere, mentre nel secondo sulle pareti esterne del Mercato Testaccio, proprio di fronte il Museo dell’Arte Contemporanea MACRO – si arricchiscono di suggestioni polacche regalando, a tutti i passanti, evocazioni di una Polonia in continuo divenire, che vuole mostrare la sua anima più creativa ed alternativa attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea. Da Trastevere, un quartiere caratteristico e originale dall’atmosfera bohémien al Mercato Testaccio, un mercato rionale con una lunga storia, posto all’interno di una struttura minimale e contemporanea, un famoso luogo d’incontro nella zona più verace di Roma, dove ai banchi storici si alternano le proposte più innovative, mostrando una Roma autentica.

“Non è un caso che sia stata scelta Roma per l’installazione di queste opere urbane – afferma Barbara Minczewa – in primis perché la sede dell’Ente Nazionale Polacco per il Turismo in Italia si trova proprio nella capitale e, in secondo luogo, perché gli artisti di Sbagliato sono romani”. E continua: “Un denominatore comune e un perfetto trait d’union con Cracovia e Breslavia che, come Roma, raccontano di un passato ricco di storia e vestigia”.

Ispirazioni, suggestioni ed emozioni: questi i capisaldi artistici alla base della filosofia di Sbagliato, non il ‘solito’ street art, ma ‘scorci’ che rompono gli schemi rigidi dell’architettura, la rendono viva ma allo stesso tempo effimera.

Un progetto realizzato grazie anche alla collaborazione con The Trip, agenzia di comunicazione creativa, volto a promuovere una destinazione sempre più all’avanguardia, aperta a nuove forme artistiche, ma sempre fortemente legata al suo passato, alla sua storia e alle sue tradizioni.

Il 30 settembre si inaugura questa iniziativa inedita che, per un mese intero, potrà essere apprezzata a Trastevere, in via San Calisto 6A, a due passi da piazza Santa Maria in Trastevere, e a Testaccio, all’esterno del Mercato rionale, che affaccia su via Beniamino Franklin.

L’opera ‘Frammenti di Polonia’
Le installazioni visionarie di Sbagliato sono il risultato di una sinergia tra architettura, grafica, fotografia e collage, attraverso la quale gli elementi architettonici possono essere “campionati”, elaborati e riproposti nel contesto urbano, in modo eterogeneo ma non casuale.
Le fotografie che hanno scelto per realizzare quest’opera reinterpretano Cracovia e Breslavia in chiave moderna, regalando un assaggio dell’atmosfera giovane, creativa e cosmopolita della Polonia.

Trastevere vs Cracovia
Questa opera si propone di valorizzare un elemento architettonico decorativo: si tratta di un bassorilievo di danzatori posizionato sopra un palazzo di fine ‘800 nel quartiere Kazimierz di Cracovia, ornato – al suo interno – da molti capolavori artistici e architettonici. Questo quartiere è la meta perfetta della città per chi ama le atmosfere un po’ underground ed è curioso di scoprire il l’antico quartiere ebraico, sorto a Cracovia nel Medioevo, oggi animato da una vivace vita notturna e culturale, locali e ristoranti, ma anche attento al proprio passato.
Questa proposta vuole sottolineare la peculiarità di questi elementi scultorei che evocano diverse storie della città.
Installazione di 3m x 7m

Testaccio vs Breslavia
La proposta si basa su una dualità di elementi che parlano dei codici architettonici polacchi. Il telaio rettangolare della finestra a nastro incornicia una serie di grandi finestre in stile gotico della stazione di Breslavia, che evidenzia il rapporto antico-moderno che c’è nell’architettura polacca e che colpisce quando si visita questa città.
Installazione di 3m x 9m

Print Friendly, PDF & Email
Language »