250 letture

Cesare Cremonini, un 2020 negli stadi

Print Friendly, PDF & Email
Il cantautore bolognese festeggia i suoi 20 anni di carriera con il primo posto in classifica di “Cremonini 2C2C The Best Of”, ricco album celebrativo arricchito di 6 inediti, e si prepara per una lunga stagione di concerti.

“Ti sei accorta anche tu che siamo tutti più soli. Tutti con il numero 10 sulla schiena. E poi sbagliamo i rigori. Ti sei accorta anche tu. Che in questo mondo di eroi. Nessuno vuole essere Robin”. Questo testo di Cesare Cremonini campeggia in versione di luminaria natalizia nella prestigiosa Via D’Azeglio di Bologna, il luogo che da tempo celebra Lucio Dalla, che l’anno prossimo secondo indiscrezioni celebrerà invece gli 80 anni di Francesco Guccini.

Cesare festeggia 20 anni di carriera entrando così oggi nell’olimpo dei cantautori apprezzati in maniera trasversale ed incondizionata. Eppure il percorso per arrivarci non è stato per niente facile; vent’anni fa’ infatti l’improvviso e folgorante successo di “50 Special” e dell’album “Squerez” all’interno dell’avventura Lunapop aveva reso Cesare un teen idol caricato di enormi aspettative.

Come sappiamo infatti, l’avventura col gruppo è finita presto e Cesare, tirandosi dietro il fido bassista Ballo, si è imbarcato in una carriera solista che non aveva ingranato subito nella maniera giusta.

Eppure album come “Bagus” e soprattutto come “Il primo bacio sulla luna” contenevano quelle che oggi sono riconosciute come le migliori canzoni di Cesare, che vengono cantate negli stadi da tantissima gente, semplicemente ci è voluto il tempo per maturare le cose, di liberare l’immagine collettiva dall’etichetta del cantante “della Vespa” e “dei colli bolognesi”.

Così, ora che ben 20 anni sono passati, Cesare ringrazia il suo pubblico con una ricca raccolta subito prima in classifica all’uscita, con un tour che toccherà ben 7 stadi italiani e il mitico Autodromo Enzo e Dino Ferrari.

“Cremonini 2C2C The Best Of” ci fa capire come ogni sua canzone sia legata all’altra: “50 Special”, ad esempio, è accostabile a “Giovane stupida”, dove oggi Cesare è dall’altra parte della barricata, quella degli adulti.

“Un giorno migliore” e “Qualcosa di grande” sono assimilabili rispettivamente a “Logico” e “Al telefono”, ‘Marmellata #25’ e ‘Nessuno vuole essere Robin’ hanno 10 anni di differenza ma esprimono concetti simili.

Forse il segreto di Cesare è stato questo: mantenere un percorso coerente, arricchire il suo linguaggio, perfezionare arrangiamenti, suoni, aprirsi al confronto coi suoi collaboratori (primo fra tutti il suo coautore Davide Petrella) pur mantenendo una scrittura personale, intima, senza farsi tentare dal duetto furbo e dalla strizzata d’occhio ai giovanissimi.

La ciliegina sulla torta dell’album è la sua cover de “L’anno che verrà” di Lucio Dalla, cantata allo stadio Dall’Ara, nella “loro” Bologna: e si torna cosi, con la mente, a Via D’Azeglio e alle luminare che li hanno visti protagonisti.

A lanciare l’intero progetto la romantica e malinconica “Al telefono”. Qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=gQIi-5K7Tt0

Il 21 giugno da Lignano, partità il Cesare Cremonini Tour 2020, “Gli stadi sono il mio grande obiettivo della vita, non potevo rinunciarci” ha ammesso il cantautore bolognese. In scaletta ci saranno tutti gli inediti del “best” e i suoi successi, fino a giugno usciranno almeno 3 singoli.

Qui tutte le date:

21 giugno LIGNANO • STADIO TEGHIL

27 giugno MILANO • STADIO SAN SIRO

30 giugno PADOVA • STADIO EUGANEO

4 luglio TORINO • STADIO OLIMPICO

7 luglio FIRENZE • STADIO ARTEMIO FRANCHI

10 luglio ROMA • STADIO OLIMPICO

14 luglio BARI • ARENA DELLA VITTORIA

18 luglio IMOLA • AUTODROMO INTERNAZIONALE ENZO E DINO FERRARI

Informazioni:

www.radiobudrio.it

https://it-it.facebook.com/radiobudrio

MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10 – 14,30 – 21,00 su Radio Budrio

Fabio Alberti Fabio Alberti

Language »