VII edizione di Fiuggi-Storia 2017: la premiazione

VII edizione di Fiuggi-Storia 2017: la premiazione
9 gennaio 2018

La premiazione il 23 gennaio 2018 in gara, tra gli altri, Piero Angela. E inoltre Alessandro Barbero, Corrado Stajano, Franco Cardini, Adam Smulevich ed Helena Janeczek. 


Sono stati annunciati da Pino Pelloni e dalla Segretaria del Premio, Vera Manacorda i finalisti della ottava edizione del Premio Fiuggi-Storia 2017. Il prossimo 23 gennaio 2018 si terrà, presso la Pontificia Università Antonianum di Roma (Via Merulana, 124), la cerimonia della premiazione. Il Premio, promosso dalla Fondazione Levi-Pelloni, quest’anno è dedicato allo scrittore e giornalista Enzo Bettiza. Inoltre è stato previsto l’inserimento della sezione Fiuggi-Storia Europa, destinata a storici e ad opere pubblicate nei paesi della Comunità europea.

Le opere selezionate sono quindi, per la saggistica: Caporetto di Alessandro Barbero (Laterza, 2017); Ribelli contro Roma. Gli schiavi, Spartaco, l’altra Italia di Giovanni Brizzi (Il Mulino, 2017), La scoperta dell’Italia. Il Fascismo raccontato dai corrispondenti americani di Mauro Canali (Marsilio, 2017); Dunkerque di Franco Cardini e Sergio Valsania (Mondadori, 2017); Repubblica inquieta. L’Italia della Costituzione. 1946-1948 di Giovanni De Luna (Feltrinelli, 2017); Gli eroi di Unterluss di Andrea Parodi (Mursia, 2017).

Oltre la saggistica sono previste anche le sezioni dedicate alle biografie, al romanzo storico e agli epistolari e memorie.

Per la sezione quindi Biografie: Anita. Storia e mito di Anita Garibaldi di Silvia Cavicchioli (Einaudi 2017); Dalla Chiesa. Storia del generale dei carabinieri che sconfisse il terrorismo e morì a Palermo ucciso dalla mafia di Andrea Galli (Mondadori, 2017); Il Capo. La Grande Guerra del generale Luigi Cadorna di Marco Mondini (Il Mulino, 2017); Cultura e Petrolio. Marcello Boldrini dall’Università Cattolica ai vertici dell’Eni di Maurizio Romano (Il Mulino); Presidenti di Adam Smulevich (Giuntina, 2017).

E poi per il romanzo storico: Il Corregidor di Francesco Abate e Carlo A. Melis (Piemme, 2017); I fantasmi dell’Impero di Marco Cosentino, Domenico Dodaro e Luigi Panella (Sellerio, 2017); La ragazza con la Leica di Helena Janeczek (Guanda, 2017); Ritorno in Egitto di Giovanna Mozzillo (Marlin, 2017); inoltre Elio, l’ultimo dei Giusti. Una storia dimenticata di resistenza di Frediano Sessi (Marsilio, 2017); Nessuno può fermarmi di Caterina Soffici (Feltrinelli, 2017); Eredità di Corrado Stajano (Il Saggiatore, 2017).

E infine per i diari epistolari e memorie: Il mio lungo viaggio. 90 anni di storie vissute di Piero Angela (Mondadori, 2017); Ad onor del vero. Un’autobiografia politica e civile di Francesco Forte (Il Mulino, 2017); Carteggio 1923 di Piero Gobetti a cura di E. Alessandrone Perona (Einaudi, 2017). 

Nel corso della cerimonia del 23 gennaio quindi verranno assegnati anche i riconoscimenti per le sezioni Fiuggi-Storia Europa, Multimedia, Fotografia. Inoltre  “Gian Gaspare Napolitano-Inviato Speciale”.

Commenti