Sogno Mediterraneo

Condividi:
Sogno Mediterraneo
10 ottobre 2017

Vita e opere di Ruggero II il Normanno.


Ruggero II d’Altavilla è il più considerevole tra i giganti che giunsero dal Nord, dalla lontana Normandia, per strappare il nostro Sud ai saraceni, ai bizantini, alla Chiesa di Roma, agli eredi dei crociati, e quindi per dominare il Mediterraneo e, in certo senso, rinnovare il “Mare Nostrum” dei Romani. “Il giovane conte di Sicilia Ruggero II, figlio del conquistatore dell’isola Ruggero I, può considerarsi per valore e per accortezza politica il più grande dei sovrani normanni (1101-1154)” G. Corradi, UTET.

In questa opera si cercherà di rievocare e delineare, con l’ausilio delle fonti più autorevoli l’abilità politica ed efficienza burocratica, splendore dell’arte e prosperità economica, successi in battaglia e vigore fisico in privato, apertura al multilinguismo, ascesa e nobiltà nel potere, sino ai vertici dell’ecclesia e della divinità. Un ritratto completo di Ruggero II sovrano e della sua corte a Palermo.

Giuseppe Campolieti ha studiato personaggi di fascino e di rilievo nella storia di Venezia e di Napoli. Tra gli ultimi lavori ha pubblicato la triade: Il Re Lazzarone, Il Re Bomba e Re Franceschiello (Mondadori) che è una rilettura attenta e suggestiva dei 127 anni (1734-1860) di regno dei Borbone a Napoli. Per i tipi della Mondadori: Breve storia del Sud. In complesso Campolieti ha al suo attivo una trentina di volumi, dei quali, per brevità, ricordiamo: Maternale (Marsilio editore 1980) premiato a Lerici; Caterina Cornaro (Camunia edizioni 1987) Premio “Comisso”; Grottesco veneziano (Cappelli editore 1984) Premio ”Stresa”; Masaniello (De Agostini editore) con reprint Mondadori nel 1989; Marin Faliero (Camunia editore 1995). È del 2013 Vita di Giulietta (Lunargento). Con La Kairòs Edizioni ha pubblicato Napoli in croce (2014). Del 2016 è invece La strana coppia: Pulcinella e Pinocchio (Supernova). Va segnalato infine che la biografia di Ferdinando II di Borbone Il Re Bomba uscita negli Oscar Mondadori, è stata distribuita da ”Il Giornale” in ottantamila copie.

Commenti