Sanremo 2018, ecco le Nuove Proposte

Sanremo 2018, ecco le Nuove Proposte
6 febbraio 2018

Amore, ironia e riferimenti alla società negli otto artisti pronti a giocarsi l’ambito premio del Festival. Breve guida per conoscerli e per poterli seguire anche dopo la kermesse. Il Festival è da sempre una occasione per Nuove Proposte della musica di farsi ascoltare da molte orecchie sfruttando una visibilità che solo un evento come questo può garantire.

Conosciamo queste Nuove Proposte meglio:

ALICE CAIOLI “SPECCHI ROTTI”.

«Mi piace essere una tela bianca su cui ognuno possa vedere il quadro che desidera, sono l’autrice delle mie canzoni» così si presenta questa giovane ragazza siciliana appassionata di tatuaggi e uscita da Area Sanremo.

Il brano parla di lei e del proprio vissuto in relazione al mancato rapporto con il padre. Una finestra come portale attraverso cui mettersi in contatto con la figura paterna. “Specchi rotti” è la metafora della discrepanza tra la percezione di se’ allo specchio in una visione intatta, solida e perfetta e quella che è invece la vera essenza, spesso frammentata e a pezzi. https://www.youtube.com/watch?v=mWWlx3F4PAg

GIULIA CASIERI “COME STAI”

Cantautrice origunaria di Monza, debutta all’Ariston dopo aver autoprodotto un album acustico di cover internazionali ed essersi esibita live con gli Up2Funk.

Dalla collaborazione con il produttore Andrea Ravasi è nata “Come stai”, pezzo r’n’b lineare nato quasi per gioco e diventato un racconto profondo e sincero di tutte quelle forti emozioni che hanno accompagnato gran parte della sua vita fino ad oggi. https://www.youtube.com/watch?v=tP26e_Jv1Vs

EVA “COSA TI SALVERÀ”

Nata a Thiene (Vicenza), tatuatrice e soprattutto cantautrice, è arrivata a X Factor nel 2016 dopo aver suonato in una band tutta femminile, Le quote rosa. Dopo il talent dove ha avuto come maestro Manuel Agnelli ha girato i principali festival italiani aprendo i concerti di artisti come Carmen Consoli e Afterhours.

“Cosa ti salverà” è un brano dolce colorato dal suo stile interpretativo che riesce ad essere efficace pur rimanendo naturale e sobrio. https://www.youtube.com/watch?v=pMfYsQB2q_w

LORENZO BAGLIONI “IL CONGIUNTIVO”

Nessuna parentela con Claudio, toscano, non a caso ha iniziato in cattedra, come professore. E’ passato dalla stand-up comedy al cinema alla tv. Come cantante ha debuttato nel 2015 rivisitando Iannacci, ‘Vengo anch’io, no tu no’. A Sanremo porta un brano ironicamente “didattico” dove spiega l’uso e le difficoltà dell’uso del congiuntivo.

L’idea è originale e anticipa “Bella Prof!”, album dove trova spazio anche la spiegazioni della “Legge di Keplero”, un po’ meno semplice sarà trovare spazi nelle radio e trovare una dimensione pop ad un lavoro molto “istant” ed adolescenziale. https://www.youtube.com/watch?v=8bfYQZPLCEA

MIRKOEILCANE “STIAMO TUTTI BENE”

Cantautore romano al secolo Mirko Mancini, porta sul palco dell’Ariston un brano monologo dal forte impatto emotivo tra il teatro canzone di Giorgio Gaber, il Giorgio Faletti di “Signor Tenente” e il Simone Cristicchi teatrale degli ultimi tempi.

Il tema è quello tragico delle stragi dell’immigrazione, il brano ha già commosso la giuria di “Sarà Sanremo” e avrà sicuramente un percorso alternativo ai pezzi pop presenti nella kermesse.

Il brano è prodotto da Steve Lyon, già al lavoro con Depeche Mode, Paul McCartney e The Cure.

Il suo primo album ha ottenuto numerosi riconoscimenti ed è arrivato tra i primi 50 candidati al Premio Tenco. https://www.youtube.com/watch?v=DMII8e1Exnk

MUDIMBI “IL MAGO”

Da un’officina al rap. Michel Mudimbi, origini italo-congolesi, nato e cresciuto a San Benedetto Del Tronto, per dieci anni ha lavorato come meccanico prima di dedicarsi a tempo pieno alla musica. A Sanremo porta ‘Il mago’, dal suo primo album ‘Michel’ uscito a marzo abbinato ad un originale e divertente fumetto.

“Il mago” è una canzone allegra con la parvenza da tormentone e riferimenti pop come “Finchè la barca va” ma con un significato serio nascosto, è in grado di arrivare ad una fetta di pubblico molto trasversale.

A collaborare con lui Andrea Bonomo, già co autore di Nek e Biagio Antonacci. https://www.youtube.com/watch?v=Df66-GLnZuI

LEONARDO MONTEIRO “BIANCA”

Nato a Roma, figlio di due ballerini brasiliani, ha studiato danza alla Scala, si è esibito a New York e ha cantato come solista per il coro Monday Gospel. Ex concorrente di ‘Amici’, è all’Ariston dopo aver vinto Area Sanremo.

“Bianca ” è una canzone d’amore tradizionale e sobria con una vago sapore latino dato dalla sua voce e dalla sua interpretazione. https://www.youtube.com/watch?v=M5L6fiFUOs8

ULTIMO “IL BALLO DELLE INCERTEZZE”

Cantautore romano classe 1996, al secolo Niccolò Moriconi, Ultimo ama definirsi ‘cantautorap’ per il suo modo di mescolare canzone d’autore e hip hop. “Il ballo delle incertezze” è un brano che ha conquistato già il Premio Lunezia per il miglior testo con queste motivazioni.

“Per le parole in perfetto equilibrio con un crescendo musicale che tiene sospesi fino alla fine”, ha invece dichiarato Loredana D’Anghera nel motivare la scelta di Ultimo: “La voce tesa e convincente ne completa il messaggio musical-letterario”. https://www.youtube.com/watch?v=EyZir4O5pu4

Informazioni:

www.radiobudrio.it

https://it-it.facebook.com/radiobudrio

MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10 – 15,10 – 21,00 su Radio Budrio

Commenti