Piccole Grandi Papere

Piccole Grandi Papere
3 luglio 2018

L’esilarante parodia a fumetti di Piccole Donne, nel 150° anniversario dalla pubblicazione del romanzo, inaugura la grande estate del settimanale. E la sfida “TopoChallenge” completa la ricetta 100% divertimento!


Il famosissimo romanzo di Louisa May Alcott, Piccole Donne, libro di riferimento per generazioni di giovani ragazze, compie quest’anno 150 anni. Per celebrare questo importante anniversario, il settimanale Topolino pubblica a partire da mercoledì 4 luglio Piccole Grandi Papere, nuovo capitolo in quattro puntate delle grandi parodie letterarie disneyane.

 

Scritta da Marco Bosco, con i disegni di Silvia Ziche, la saga a fumetti vede protagoniste nei panni delle sorelle Quarch un pool di papere decisamente grintose: Paperina, Brigitta, Miss Paperett, Paperetta Yé Yé, che vivono insieme a Nonna Papera. Zio Paperone e Paperino sono i Laurenbeck (alias i Lawrence), mentre Rockerduck riveste il ruolo del cattivo antagonista, accecato dalla fame di ricchezza, che metterà a dura prova le quattro sorelle.

 

Nel corso delle quattro puntate, emergeranno pregi e difetti delle protagoniste che, proprio come nel romanzo originale, hanno un talento da coltivare: chi la passione per la scrittura (Paperina-Daisy), chi per la musica (Brigitta-Bridget), chi per l’arte (Paperetta YéYé-Pamela) e chi per i bambini (Miss Paperett-Mill). Anche Paperino-Donald, il giovane vicino di casa alle prese con il rigido Zio Paperone-Mr Laurenbeck, scoprirà la sua passione per la recitazione.

 

Il testo originale viene quindi rivisitato in chiave ironica o umoristica, senza perdere di vista i valori fondanti del romanzo come la famiglia, l’impegno, l’altruismo, la crescita interiore, grazie al duo Bosco-Ziche, che si ritrova per una nuova parodia tutta al femminile dopo le saghe Dove osano le papere, del 2012, e Papere alla riscossa, del 2015. I due sono riusciti a esaltare la femminilità delle protagoniste, conciliando i tratti originali con le personalità uniche delle papere. Marco Bosco ha rappresentato delle papere forti e credibili, distanti dai cliché, capaci di affrontare sfide ardite e inedite; Silvia Ziche anche questa volta con il suo tratto ha saputo metterne in luce debolezze, vanità e la grande grinta che le accomuna attraverso una gamma di pose uniche e tipiche del suo stile inconfondibile.

 

Dopo il successo delle “Papere alla deriva” e di “Papere alla riscossa” torna la super coppia di autori formata da Marco Bosco e Silvia Ziche che conquistano il sacro territorio letterario trasportando le eroine del romanzo di Louisa May Alcott a Paperopli nelle vesti di papere… E che papere! – dice Valentina De Poli, direttore di Topolino. – La cosa più esaltante è scoprire come i nostri autori siano riusciti, con il loro tocco unico, addirittura a esaltare la ricchezza di un classico senza tempo. E a proposito di ricchezza: la saga delle papere comincia nel numero di Topolino in cui grazie al concorso TopoChallenge, si può vincere la Numero Uno di Zio Paperone. Quale miglior lettura sotto l’ombrellone di quest’anno?”

 

Il concorso TopoChallenge durerà 4 settimane: i lettori verranno ingaggiati in 4 missioni che li porteranno alla ricerca degli indizi-tormentone dell’estate 2018 all’interno delle storie a fumetti. Alla fine di luglio, dopo aver completato la caccia agli indizi, i concorrenti potranno scattare la loro fotografia dell’estate e conquistare uno dei fantastici premi messi in palio.

Commenti