Obsoleto

Condividi:
Obsoleto
13 settembre 2017

A quasi cinquant’anni di distanza [dia•foria propone la prima ristampa di uno dei testi più importanti e dimenticati della scrittura sperimentale italiana.


Giovedì 21 settembre 2017 alle ore 18.30, presso la sala conferenze di Palazzo Reale Milano, in occasione degli ultimi giorni della mostra “Agnetti a cent’anni da adesso”, il Comune di Milano-cultura, Palazzo Reale, l’Archivio Vincenzo Agnetti presentano la nuova edizione di OBSOLETO, romanzo di Vincenzo Agnetti, per la collana [dia•foria, Edizioni Cinquemarzo di Viareggio. Il volume, curato da Giuseppe Calandriello e Daniele Poletti, contiene testi di Germana Agnetti, Cecilia Bello Minciacchi, Bruno Corà, Corrado Costa e Daniele Poletti, e vede la partecipazione dell’Archivio Vincenzo Agnetti e la collaborazione della Fondazione Enrico Castellani.

Obsoleto è uno dei testi più importanti e dimenticati della scrittura sperimentale italiana che nel cinquantenario era giusto recuperare. Questo romanzo rappresenta un esperimento senza precedenti, un grande cantiere di forgiatura della parola in grado di sovvertire la narrazione scardinandone le regole linguistiche, dilatandone la dimensione letteraria fino a spingerla nelle discipline diverse (prosa, poesia, critica linguistica e arte visiva).

Alla presentazione prenderanno parte, oltre ai membri di [dia•foria, Domenico Piraina (direttore di Palazzo reale), Germana Agnetti (presidente Archivio Vincenzo Agnetti), Cecilia Bello Minciacchi (critico letterario), Bruno Corà (critico d’arte e curatore) e Marco Meneguzzo (curatore della mostra).

A seguire ci sarà una visita guidata alla mostra “Vincenzo Agnetti a cent’anni da adesso”.
L’evento è organizzato dall’Archivio Vincenzo Agnetti e [dia•foria.

Commenti