Nuovo direttivo dei Pugliesi nel Mondo

Nuovo direttivo dei Pugliesi nel Mondo
18 settembre 2018

Sabato 15 settembre la terza Assemblea per il rinnovo del Consiglio Generale. Designati 8 componenti del Consiglio in rappresentanza delle 34 Associazioni dei Pugliesi nel Mondo con sede in Puglia.


L’organismo del CGPM viene rinnovato, ogni 5 anni, dai rappresentanti delle associazioni (circa 180) dei Pugliesi nel Mondo presenti in ogni parte del mondo (67 in Nordamerica, 18 in Sudamerica, 32 in Europa compresa l’Italia, 26 per l’Australia, 1 per l’Africa e 34 per la Puglia).

 

“Auguro buon lavoro agli eletti – ha dichiarato il presidente Emiliano – e sono sicuro che insieme si possa fare un buon lavoro per settori strategici come il turismo, lo sviluppo economico e la collaborazione culturale grazie ai pugliesi che vivono in ogni parte del mondo”.

 

Sono stati eletti Giovanni Mariella, Domenico Rodolfo, Raffaella Pallamolla, Vito Cramarossa, Roberto Pansini, Marina Gabrieli, Michele Mangano e Angela Amato. Come “riserve” Lina Moschidou e Antonio Peragine .

 

Come è noto la Legge regionale dell’11 dicembre 2000 n. 23 “Interventi a favore dei Pugliesi nel Mondo”, all’ art. 7 prevede l’istituzione del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo (CGPM), organo composto da 23 consiglieri, rappresentanti dei pugliesi presenti nei cinque continenti, sabato 15 settembre è stata convocata l’assemblea per la Puglia, a cui ha partecipato un buon numero di Presidenti delle Associazioni inscritte all’albo dei “Pugliesi nel mondo” della Regione Puglia.

 

I lavori dell’Assemblea sono stati aperti dagli interventi del Dirigente dott. Giuseppe Pastore, del segretario Vito Daniele e di Alessandra De Gaetano.

 

Il Servizio Pugliesi nel Mondo, oltre a proteggere i vincoli relazionali tra i pugliesi in giro per il mondo, mira anche e soprattutto a favorire nuovi scambi, a creare interessanti collaborazioni, a plasmare una cooperazione socioeconomica e culturale con le comunità pugliesi all’estero che condividono l’immagine florida di una Puglia al profumo di mare e di ulivi.

 

Una Puglia che seppur eterna e immutabile nel suo bianco aspetto, ruvido, dagli aromi forti e dolci al tempo stesso, come i suoi abitanti e la sua storia, è attualmente una realtà in continua crescita ed espansione, frutto delle sue potenzialità riscoperte e valorizzate.

 

Il Servizio Pugliesi nel Mondo, vista la principale esigenza ed attività di comunicazione con l’estero dispone di un portale web all’indirizzo www.internazionalizzazione.regione.puglia.it/pugliesi-nel-mondo, mentre a Bari, in Corso Sonnino, 177 – Bari (VI piano) ha la sua sede fisica diretta dal Dott. Giuseppe Pastore e uno staff efficientemente organizzato.


Nel CGPM c’è anche Roberto Pansini, Presidente dell’Associazione Oll Muvi, riconosciuta con il logo I Love Molfetta, che da oltre 10 anni propone progetti ed eventi non solo nel continente americano con una crescita continua di nuovi contatti, molti tra i giovani figli di emigrati molfettesi sparsi nei cinque continenti. Quello della elezioni nel nuovo direttivo dei Pugliesi nel Mondo è un traguardo importante ma anche un nuovo inizio.

 

Noi del quotidiano “il Titolo” facciamo i migliori auguri di buon lavoro ai nuovi eletti, in particolar modo a Roberto Pansini, con cui collaboriamo da anni e nelle cui qualità crediamo molto. Siamo certi che porterà nuova linfa ed entusiasmo nel gruppo di lavoro.

 

L’incontro segue le Assemblee tenute a Giugno, a Milano e a New York nel corso delle quali sono stati designati rispettivamente 8 componenti del CGPM in rappresentanza delle associazioni europee e 7 componenti per le associazioni del nord America.

 

Entro la fine dell’anno seguiranno le altre assemblee a Melbourne e Buenos Aires. Concluse le Assemblee elettive nella altre parti del mondo, a dicembre 2018, verrà convocata la prima seduta del nuovo Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo. I pugliesi residenti all’estero sono 336.607 secondo l’Aire, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero. Si tratta di un dato per difetto perché non tutti i pugliesi residenti all’estero si inscrivono al registro Aire.

Commenti