Notte in Rosé. Acqui Terme si veste di rosa

Notte in Rosé. Acqui Terme si veste di rosa
22 agosto 2018

Una fontana tinta di rosa dominerà il centro storico della città per annunciare la prima edizione di questo evento, che sabato 25 agosto invaderà con energia elegante e frizzante la città di Acqui Terme.


Notte in Rosé è un invito a vivere un’occasione conviviale per unire la valorizzazione dei vini prodotti con uve brachetto alla sensibilizzazione sul tema dei diritti delle donne, attraverso una serata di degustazioni, musica, danza, parole e condivisione.

 

Un’immagine dall’impatto immediato, che riporta immediatamente ai colori dell’uva brachetto e che diffonde un messaggio di eleganza, di vivacità, di grazia e raffinatezza. Le stesse qualità che contraddistinguono il Brachetto d’Acqui e l’Acqui Docg Rosé, e che trovano nella Notte in Rosé la loro perfetta sintesi.

 

Acqui Terme è terra d’incontri e relazioni, luogo votato all’ospitalità e amato per la bellezza, la storia e i paesaggi. La città termale fa parte dei 26 Comuni tutelati per la produzione della DOCG Brachetto d’Acqui. È il luogo ideale per abbandonarsi e gustare vini, accompagnati dai sapori dei nostri prodotti tipici: le formaggette, il Tartufo Bianco, il Filetto baciato, i prelibati amaretti.

 

Un evento tutto al femminile, che inizierà in Piazza Bollente alle ore 18.30 con il Salotto in Piazza e l’intervento dell’esperta di galateo Barbara Ronchi della Rocca, autrice del libro “Il Galateo delle Bollicine”, e con Michela Marenco, Presidentessa di Confagricoltura Donna della Provincia di Alessandria, Annalisa Vittore, Presidentessa dell’Enoteca Regionale di Acqui Terme, e Gianpaola Baldi, Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui Docg. Contemporaneamente, si terrà nello stesso spazio e nel centro città l’Aperitivo in Rosé.

 

Seguirà il Concert Jouet, esibizione in cui una cantante, Paola Lombardo, e una violoncellista, Paola Torsi, coinvolgeranno il pubblico in un concerto fatto di musica, comicità, fisicità, in un equilibrio costantemente in pericolo. Nello stesso luogo, si proseguirà poi con la Baraonda Meridionale, una formazione casalese composta da musicisti provenienti dal Sud, che esegue un repertorio in grado di spaziare attraverso le regioni meridionali, utilizzando strumenti della tradizione come organetto, lira calabrese, tammorre e strumenti a plettro. Tra i loro brani canti di lavoro, d’amore, rituali, tarantelle e altre sfrenate danze popolari.

 

In Corso Bagni si esibiranno il Duo Jamming Acoustic Project, una chitarra e una voce per un viaggio tra i più celebri brani della musica italiana e internazionale, rivisitata in chiave classico-acustica. Seguirà il Duo Popart, che metterà in scena i grandi classici pop e rock internazionale.

 

In Piazza Duomo, presso l’Hotel Meridiana, si esibirà il Duo El Tango, insolita formazione che ha raggiunto rapidamente il successo di pubblico e critica, ingaggiata per esibirsi in numerosi festival musicali in tutta Europa. Il repertorio è interamente dedicato alla musica argentina: Tangos arrabaleros, Tangos modernos, Milongas, Huellas.

 

In Piazza Italia, per l’occasione, si presenterà al pubblico lo Sportello di ascolto antiviolenza “La Fenice”. Un nuovo servizio, aperto quest’anno, offerto dalla Città di Acqui Terme per fornire concretamente assistenza alle donne in difficoltà, o che vivono stati di ansia e paura, che compromettono il normale svolgimento della propria quotidianità. Si terrà, infine, Donne in Movimento, sfilata di moda in cui si vedranno sulla passerella modelle professioniste e donne che hanno coraggiosamente affrontato un tumore al seno nella loro vita.

 

Seguiranno in tutta la città musica e intrattenimenti tematici. Inoltre, i locali riconosciuti dal logo del contest “Donna È” prepareranno i cocktail selezionati dalla giuria di esperti nominata dall’Istituto Alberghiero di Acqui Terme, cocktail che saranno in gara per la votazione popolare.

 

«La Notte in Rosé – dichiara il sindaco Lorenzo Lucchini – è una scommessa per il Comune di Acqui Terme. Sarà la prima edizione, e la speranza di questa Amministrazione è quella di costruire un evento ricorrente in grado di coniugare la promozione dei nostri vini con un tema contemporaneo, in questo caso quello dei diritti delle donne, che è certamente molto sentito. Questa manifestazione vuole imporre un’immagine nuova, frizzante ed elegante del nostro territorio. Vogliamo fornire in questo modo alle persone un’occasione di divertimento e riflessione, e allo stesso tempo desideriamo promuovere sul mercato turistico l’immagine di una città vitale. Invito i commercianti a restare aperti per tutta la notte e, se vorranno, ad attivare particolari promozioni legate all’evento».

Commenti