il Titolo Giornale di Arte, Cultura e Spettacolo Reg. al Tribunale di La Spezia n.° 3 del 07/06/10 ROC 20453 P.I. 01219600119

icona iltitolo mobile YoutubeFlickrInstagramTwitterLinkedInFacebookGoogle

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}


Per questo spazio pubblicitario, chiedere informazioni inviando un email al seguente indirizzo info@iltitolo.it

Dal 2016, sul canale il TitoloTV, attivo il servizio di diretta streaming e podcast grazie al format televisivo L.E.O.© (Live Event Online ).

Il 7 aprile esce il nuovo album del rapper di Senigallia. Ospiti Thegiornalisti, Roberto Saviano e Laioung.


Quel Fenomeno di Fabri FibraNon seguire nessuno è la cosa più facile; non sentirsi qualcuno, sai cos’è? È la cosa più facile”: era il 2003 quando Fabri Fibra e Gli Uomini di Mare, il suo gruppo di allora, pubblicavano un pezzo intitolato "La cosa più facile". Il periodo per il rapper di Senigallia non era dei più facili: sulla scena rap da quasi dieci anni ma pochi i risultati, alle spalle una adolescenza turbolenta e una voglia di farsi notare, emergere ma nello stesso tempo la paura di perdere la propria purezza, la propria autenticità.

A distanza di tanti anni quel ragazzo pieno di speranze, da tempo uno dei rapper nostrani più noti e riconoscibili, ritorna su quelle parole, su quei concetti, per ribadire che dai primi anni 2000 ad oggi le cose non sono cambiate, e la cultura della ‘visibilità a tutti i costi’ è diventata una mania comune, quasi un'’ossessione di cui la contemporaneità non può liberarsi. Così, riprendendo il ritornello di "La cosa più facile" è nato "Fenomeno", un pezzo in puro stile Fabri Fibra, con una vena pop e l'atteggiamento ironico e provocatorio che conosciamo, quasi un modo per ritornare alle origini, all'alba del suo grande successo.

Nel 2002 con "Turbe giovanili", il rapper faceva breccia nel cuore di quei ragazzi cresciuti in quelle terre di nessuno, tra periferia e centri commerciali. Già a partire da "Mr.Simpatia (2004) e successivamente nel suo salto major di "Tradimento" (2006), l'uomo Fabrizio Tarducci si scontrava con il suo spietato alter ego Fabri Fibra, un rapper senza macchia ma anche un mostro, una scheggia impazzita creata dal suo stesso successo. Più volte in questi anni Fabrizio ha fatto morire e rinascere il suo personaggio, ha affrontato senza sconti i suoi demoni ed ha raccontato il problema delle droghe, dipendenza dalla quale si è liberato ma di cui ancora sente il dolore sulla propria pelle. "Fenomeno" continua ad ironizzare sul concetto di successo e ci riporta il Fibra che arriva a tutti, a differenza di "Squallor", il lungo torrenziale e discontinuo album precedente, ottimo per i suoi cultori ma che l'ha allontanato dalle radio e dal grande pubblico. Lo stile di Fabri divide da sempre il pubblico che sia generalista o appassionato di rap, l'aggressività e il modo politicamente scorretto di affrontare gli argomenti gli hanno creato non pochi problemi e fraintendimenti, con "Fenomeno" conferma questi elementi e in pochi giorni totalizza più di 2 milioni di visualizzazioni su Youtube.

“
Tutti quanti chiedono un fenomeno, ti convincono che sei un fenomeno, se ti vesti come un fenomeno..ma a me prende il panico”. Non è un mistero che Fibra abbia sempre vissuto male il fatto di dover essere costantemente alla rincorsa di qualcosa, cercava una via d’'uscita e forse, negli anni, al seguito di numerosi successi, è anche riuscito a trovarla. Via d'’uscita lontano da un mondo votato al perfezionismo, all'’apparire più che all’'essere, un mondo con il quale, tutti, più o meno frequentemente, siamo costretti a scontrarci. L’artwork dell'’album in uscita il 7 aprile è stato realizzato dal collega rapper Mecna, anche lui fuori con il suo nuovo disco "Lungomare Paranoia", lo scatto invece è del fotografo milanese Sha Ribeiro.

Questa la tracklist del disco: 1. INTRO 2. RED CARPET (prod. da Neff-U) 3. FENOMENO (prod. da Takagi & Ketra) 4. SKIT - IL TEMPO VOLA (prod. da Big Fish, co-prod. da Alessandro Erba) 5. MONEY FOR DOPE 2017 (prod. da Bassi Maestro) 6. PAMPLONA (feat. Thegiornalisti) (prod. da Mace) 7. EQUILIBRIO (prod. da Amadeus Platinum Boy) 8. SKIT - CONSIDERAZIONI (feat. Roberto Saviano) (prod. da Bassi Maestro) 9. CRONICO (prod. da Demacio “Demo” Castellon & Mike Turco) 10. STAVO PENSANDO A TE (prod. da Big Fish, co-prod. da Rhade) 11. LASCIA STARE (prod. da Shablo) 12. DIPINTO DI BLU (feat. Laioung) (prod. da Nebbia) 13. INVECE NO (prod. da Deleterio) 14. OGNI GIORNO (prod. da 2nd Roof) 15. LE VACANZE (prod. da Don Joe & Yung Snapp) 16. NESSUN AIUTO (prod. da Rey Reel) 17. RINGRAZIO (prod. da Bot)

Informazioni: www.radiobudrio.it
https://it-it.facebook.com/radiobudrio
MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10 – 15,10 – 21,00 su Radio Budrio

e-max.it: your social media marketing partner

Programmazione del TitoloTV


#tolktolk. Il business che passa dal web

LIVE 14 giugno 2017 dalle 19:00 dallo Scrambler Ducati Food Factory (BO)
Riprese video a cura del TitoloTV, regia Donato Francesco Bianco.


 




Direttore Responsabile:   Donato Francesco Bianco        Editore:   Bianca Zanardi
Gli articoli sono coperti da copyright, è assolutamente vietata la riproduzione se non riportante la dicitura  FONTE: ilTitolo.it
Tutti i diritti sono riservati. Site c
reated by il NetWork ®


Design by vonfio.de

I cookie ci aiutano a fornire piena efficienza ai nostri servizi, continuando a navigare sul sito, ne accetti l'utilizzo. Per Informazioni.