bannercentrohomepage2Per questo spazio pubblicitario, chiedere informazioni inviando un email al seguente indirizzo info@iltitolo.it

Con due tappe napoletane, continua il giro culturale de Il Teatro Cerca Casa di Manlio Santanelli, la rassegna itinerante negli appartamenti della Campania organizzata da Livia Coletta e Ileana Bonadies.


Il Teatro Cerca Casa e la trova a NapoliVenerdì va in scena T’angheria con Francesca Rondinella e Giosi Cincotti in un salotto di Soccavo, sabato a Fuorigrotta si assiste allo spettacolo Son tutte belle le mamme del mondo? con Gea Martire e sabato due tappe tutte partenopee. T'angheria è un lavoro musicale che nasce dal sodalizio artistico tra la cantante e attrice Francesca Rondinella e il maestro Giosi Cincotti, pianista e polistrumentista. Lo spettacolo è stato ideato, ed è eseguito in duo: da un lato la voce della Rondinella, erede per famiglia e talento di un pezzo dello spettacolo partenopeo, mentre al piano e alla fisarmonica, lo straordinario estro musicale di Giosi Cincotti, che dello spettacolo ha curato anche gli arrangiamenti e che è reduce, tra le tante importanti esperienze, anche dal successo di Gigolò per caso, film di John Turturro con protagonista Woody Allen, di cui ha arrangiato e coprodotto brani della colonna sonora.

La partitura del lavoro di Rondinella e Cincotti si costruisce nella tessitura musicale di linguaggi di epoche e luoghi diversi, che finiscono per appartenersi nell’alchimia della scena. “T’angheria è la via della poesia che porta al canto, - spiegano gli artisti - una fusione tra canzoni e versi, delle chansons-valise, che si fondono in cerca di un nuovo significato, forte di musicalità”.  Un divenire struggente, ironico, passionale, surreale che alterna brani del repertorio napoletano ad ambiti musicali differenti, tracce di memoria sensibile e di affinità elettive”. Con generosità e maestria Francesca, figlia di Luciano e nipote di Giacomo Rondinella, restituisce al pubblico la tradizione di famiglia, incrociando i ricordi all'arte, la canzone alla macchietta, per farne poesia.

Son tutte belle le mamme del mondo? scritto da Santanelli è un testo dalla struttura poco ortodossa.  “Si tratta infatti – spiega il drammaturgo - dell’alternarsi di due monologhi che, come due rette parallele, non si incontrano se non all’infinito”.  Son tutte belle le mamme del mondo? mette in scena lo sfogo sincero di due madri devote del patrono di Napoli, di due oranti che, ciascuna dal suo punto di vista, non hanno alcun dubbio di essere nel giusto. Ma, essendo la giustizia unica per definizione, è giocoforza che una delle due donne sia nel torto. E, tuttavia, si tratta pur sempre di una madre che esprime una pena sincera e che, anche se non può aspirare minimamente alla nostra giustificazione, merita comunque una certa dose di comprensione. Questi, dunque, gli intenti dell’autore. “Se poi, dietro le argomentazioni delle due madri – conclude Santanelli - qualcuno vorrà intravedere le contraddizioni di una città come Napoli, che al pari delle devote, non conosce mezze misure, chi scrive non può che uscirne ulteriormente gratificato”.

Per assistere agli spettacoli de Il Teatro cerca casa, basta andare sul sito http://ilteatrocercacasa.it/site/, e a chi prenota verrà inviato l’indirizzo dell’appartamento che ospita la messa in scena, oppure telefonare ai numeri: 3343347090 - 0815782460.

e-max.it: your social media marketing partner




il Titolo  Giornale Periodico di Arte, Cultura e Spettacolo     Reg. al Tribunale di La Spezia n.° 3 del 07/06/10     ROC 20453     P.I. 01219600119
Direttore Responsabile:   Donato Francesco Bianco        Editore:   Bianca Zanardi
Gli articoli sono coperti da copyright, è assolutamente vietata la riproduzione se non riportante la dicitura  FONTE: ilTitolo.it
Tutti i diritti sono riservati. Site c
reated by il NetWork ®
Design by vonfio.de

I cookie ci aiutano a fornire piena efficienza ai nostri servizi, continuando a navigare sul sito, ne accetti l'utilizzo. Per Informazioni.