Non solo croccantini

Condividi:
Non solo croccantini
28 giugno 2017

Cani e gatti, a volte, han bisogno anche di medicine.


Presso la Fondazione Feltrinelli in viale Pasubio 5 a Milano si è tenuta la conferenza stampa PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE, QUANTO NE SIAMO CONSAPEVOLI QUANDO SI TRATTA DI ANIMALI? durante la quale è stata presentata la ricerca GFK Eurisko Human&Animal Healt “prevenzione e benessere  per l’animale e per l’uomo”. Vi riporto due dati che ritengo interessanti: solo il 46% di chi ospita un animale lo fa vaccinare regolarmente e il 17% non lo sottopone a nessun tipo di profilassi. Interessanti anche  i tanti interventi di Marco Melosi, medico veterinari.

“I nuclei familiari dove sono presenti bambini sono i più attenti alle cure veterinarie… non sono molti quelli che hanno la buona abitudine di pulire le zampe al cane (44%) o al gatto (17%) dopo la passeggiata o una scorrazzata sui tetti e ancor meno si preoccupano di controllare il pelo (26% cane, 15% gatto). Noi veterinari facciamo molta attenzione alla gestione degli spazi esterni e interni: cani e gatti vivono sempre di più tra le mura domestiche con un contatto fisico molto più ravvicinato e durevole di un tempo. Qualche volta la condivisione sconfina negli oggetti (divano, letto), negli alimenti o addirittura nei medicinali. Tutto questo non è sempre segno di buon accudimento. L’alimentazione deve essere mirata alla specie, all’età e allo stile di vita del pet (in inglese vuol dire animale favorito, ndr). Il medicinale deve essere un farmaco veterinario appropriatamente prescritto e somministrato seguendo le indicazioni del veterinario!”.

MSD Animal Health (azienda leader nel mondo nella prevenzione, trattamento e controllo delle principali malattie degli animali) sostiene il progetto AFYA per promuovere il controllo della rabbia attraverso la vaccinazione di massa dei cani domestici in Africa e Indiacon l’obiettivo di assicurare il controllo della malattia nel breve/medio periodo ed eradicare il virus della rabbia entro il 2030. Si è ridotto notevolmente il rischio di trasmissione all’uomo: nel solo Serengeti (Africa) il numero di persone che ha richiesto cure ospedaliere a causa di un morso di cane affetto da rabbia è calato dell’82%.

MSD Animal Health ha lanciato anche la campagna NO ABBANDONO per sensibilizzare contro l’abbandono di cani e gatti coinvolgendo oltre trentaduemila utenti sul web e sui social media! LE COLONIE FELINE ITALIANE in una splendida mostra fotografica. Presso Villa Necchi Cmpiglio in via Mozart 14 a Milano si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della mostra INVISIBILI patrocinata dall’associazione UN ATTO D’AMORE ONLUS (che si occupa dei cosiddetti “gattili”) e dal supporto non condizionate di MSD Animal Health. La fotografa Sabrina Boem (autrice di tutti gli scatti) ha raccontato: “Per quasi due anni ho frequentato regolarmente alcune colonie feline, rifugi e gattili del Veneto e del Friuli. Il mio approccio è stato diretto e, seppur in presenza di situazioni difficili, ho sempre cercato di mettere in risalto la dignità e la bellezza di queste creature di far scoprire questo mondo sconosciuto ai molti che godono quotidianamente in casa della compagnia di uno di questi esseri così speciali!!!”.

E’ poi intervenuta Annamaria Nizzola, presidentessa della Onlus “Un atto d’Amore”: “Nelle colonie feline i gatti sono animali alteri e meravigliosi ma l’aumento costante del loro numero implica un impegno che nel tempo è sempre più forte. Noi volontari spesso non riusciamo ad assistere tutti questi animali: ciascuno di noi si occupa di sfamare, curare e sterilizzare circa ottanta, novanta gatti, davvero un grande sforzo!”. Ha poi preso la parola la dottoressa Manuela Michelazzi (veterinaria comportamentalista e direttrice sanitaria del parco gattile/canile del comune di Milano: “A Milano esistono millecento colonie feline censite. Non sussistono problemi rilevanti per la salute pubblica ma se non si interviene con mezzi specifici e adeguati il rischio sono pulci, zecche e micosi che possono creare problematiche sanitarie negli animali anche domestici che entrano ed escono da casa!”. Ha infine concluso Paolo Ansideri di MSD Animal Health: “Non possiamo che essere d’accordo sull’esigenza di sensibilizzare l’opinione pubblica!.

Per aiutare cagnolini e gattini: un atto d’amore Onlus, dei PINI 2, 20090 Pieve Emanuele (Milano) tel 36048819.

Commenti