La “Natura Viva” degli Eugenio In Via Di Gioia

9 marzo 2019

La band torinese riflette con ironia e disincanto sul ruolo dell’uomo rispetto alla natura e a se stesso, fondendo in maniera intelligente il teatro canzone di Gaber e il linguaggio pop rap di oggi. Dal 29 marzo a Firenze parte il loro tour.


Gli Eugenio in Via di Gioia sono un giovane gruppo alla ribalta dal 2014 e che da subito si è fatto notare per l’ approccio tra l’ironico e il cantautorale, tra il teatrale e lo stralunato.

 

Tutto è cominciato nel 2013 col premio Buscaglione, dove hanno ricevuto un riconoscimento dalla critica e si sono guadagnati un certo rilievo nella compilation omaggio “Sotto il cielo di Fred” in compagnia di Brunori Sas, Dente, Perturbazione e molti altri e l’invito a partecipare come ospiti al Premio Leo Ferrè.

 

Il nome della band è un gioco di parole, una frase ricavata dai componenti della band, Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo Di Gioia mentre “Lorenzo Federici”, rimasto fuori dal nome della band, è diventato ironicamente il titolo del loro album d’esordio.

 

Già dal secondo disco “Tutti su per terra” gli Eugenio hanno sviluppato ulteriormente i loro giochi di parole sia a livello lessicale che fonetico, dando vita ad un immaginario artistico profondamente personale e a tratti stralunato, un lavoro che racconta una relazione, quella tra l’uomo e il Mondo, del tutto rivoluzionata, capovolta, a testa in giù.

 

Un divertente momento di gloria per loro è arrivato il giorno in cui si trovavano per caso su un treno Italo diretto a Roma gremito di gente e bloccato dal maltempo, la loro esperienza consumata di buskers ha trasformato una giornata di noia e disagi in un vero spettacolo, i ragazzi hanno cominciato a suonare e, accompagnati dal capotreno, hanno attraversato vari scompartimenti intrattenendo a lungo il pubblico che evidentemente ha gradito, ciliegina sulla torta anche un inaspettato selfie con Gigi Marzullo.

 

Basta vedere un loro concerto per godere delle loro qualità tecniche e di improvvisazione, qualità piuttosto rara ai nostri tempi, unita ad una ironia alla quale il pubblico risponde e ricambia.

 

Ora per gli Eugenio In Via Di Gioia è il momento di “Natura viva”, terzo album dove riprendono e sviluppano il loro stile rinforzando ulteriormente la loro identità nella forma canzone e mediando, con l’ironia, riflessioni che sono in realtà più profonde, che riguardano il ruolo degli uomini, i rapporti tra di loro e con la natura che li circonda.

 

La copertina di “Natura viva” è stata realizzata dallo street artist torinese BR1, che ha curato anche le altre illustrazioni – da colorare – che accompagnano, nel formato fisico del disco, tutte le canzoni presenti nella tracklist.

 

Tra le tracce più interessanti la filosofica ed esistenziale “Cerchi”, la trascinante “Altrove”, la simbolica “Albero”, l’urgente “Lettera al prossimo”, tutte le canzoni comunque si innalzano, con leggerezza, dalla consuetudine indie pop di oggi che si prefigge solo di raccontare la quotidianità, senza troppe chiavi di lettura.

 

Gli Eugenio sono invece una felice eccezione, come in “Camera mia”, dove il tema principale è la casa, intesa non come luogo di perfezione, ma posto fatto di piccoli gesti, abitudini strane e paradossali sicurezze, quasi come se l’idea di casa esondasse dalla limitazione di una porta, di un tetto o di qualsiasi altra linea di confine.

 

Qui il video di “Camera mia”: https://www.youtube.com/watch?v=-tzXAerMd1Q

 

Qui le date del loro tour che sta per partire, alcune date sono già sold out:

  • 29 marzo | Auditorium Flog | Firenze
  • 30 marzo | Urban | Perugia
  • 4 aprile | Santeria Social Club | Milano
  • 5 aprile | Monk | Roma
  • 6 aprile | Locomotiv Club| Bologna
  • 7 aprile| Locomotiv Club| Bologna
  • 12 aprile | Hall | Padova
  • 24 aprile | Latteria Molloy | Brescia
  • 26 aprile | Pin Up | Mosciano (TE)
  • 27 aprile | Casa Delle Arti | Conversano (Bari)

 

Informazioni:

www.radiobudrio.it

https://it-it.facebook.com/radiobudrio

MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10  14,30  21,00 su Radio Budrio

Commenti