La gotta

La gotta
4 maggio 2018

Non è una patologia scomparsa nell’ottocento.


Presso la Terrazza Panoramica “Prima Donna”, situata all’ultimo piano dell’hotel “Milano Scala” (in via dell’Orso 7 a Milano) si è svolta la conferenza stampa GOTTA, UNA MALATTIA DEI NOSTRI GIORNI.

 

La gotta evoca immagini di sontuose ville in cui i nobili proprietari riposavano avvolti in costosissime coperte di cashmere! In realtà questa patologia infiammatoria cronica è ancora attuale e molto… “democratica”: colpisce, infatti, anche i poveracci!!! Il professor Leonardo Punzi ; la sua è stata una vera e propria lezione universitaria ad altissimo livello scientifico, suggerisce ai pazienti di arricchire la dieta (ovviamente mediterranea) con olio extra vergine d’oliva e peperoncino piccante: due potenti antinfiammatori naturali!!!

 

Ai medici di base consiglia di prescrivere Lesinurad (nome della molecola non quello commerciale) un farmaco di ultimissima generazione messo a punto da Grunenthal e appena giunto in farmacia! Tilo Stadler, general manager di Grunenthal Italia, ha dichiarato: “ Lesinurad è un farmaco innovativo e unico in Italia che grazie alla selettività di azione garantisce un ottimale profilo di efficacia e di tollerabilità. Come GM di Grunenthai Italia sono orgoglioso di mettere a disposizione dei nostri pazienti ancora una volta un prodotto capace di fare veramente la differenza!”.

 

Nella foto di Ugo Negrini il MENESTRUN DEI CADRAI.

 

Ai tempi di Magellano e Vespucci quando i velieri, dopo aver solcato le acque dell’Oceano Atlantico, entravano nel porto di Genova venivano accolti dai cadrai (ovvero coloro che procuravano e offrivano il cibo). Nelle loro barchette vi erano pentoloni di profumatissimo minestrone con tutte le verdure che i marinai non mangiavano da mesi!!! Ancor oggi Il MENESTRUN DEI CADRAI si condisce solo con olio extra vergine d’oliva e peperoncino piccante, vietatissimo il formaggio grattugiato!

Commenti