Il romanzo che racconta che non esiste la realtà

1 aprile 2019

Antonio Pardo Pastorini, ingegnere e scrittore, presenta “Un altro mondo è già passato”.


Il romanzo narra la storia di Julius nell’ultimo giorno di esistenza del suo mondo. La civiltà organizzata è collassata, dominata da Intelligenze Artificiali con capacità cognitive straordinarie, coscienti d’esistere e dalle sembianze umane.

 

Non è una storia di fantascienza, come potrebbe sembrare, né appartiene al filone catastrofista. In verità, il romanzo è speleologia della coscienza e degli abissi più bui della natura umana.

 

Il lettore, alla fine, troverà sorprendenti stalattiti di pensiero, di fronte alle quali si riconoscerà eterno ed immutabile, in un ciclo ricorrenti di mondi similari ed illusori.

 

La presentazione si terrà a Bologna, sabato 13 aprile dalle ore 15:30 fino alle 17:30, presso la Sala Dell’Angelo in via San Mamolo, 24 nel quartiere Santo Stefano.

 

Il libro sarà commentato dal Prof. Vincenzo Fano, docente di filosofia all’Università di Urbino e dal dott. Marco Lodi, psicanalista. Il giornalista Cesario Picca intervisterà l’autore.

 

Nota biografica di Antonio Pastorini.

Antonio Pastorini è un ingegnere, consulente ed imprenditore nel settore delle tecnologie digitali.  Da sempre appassionato di letteratura, ha pubblicato nel 1984 una raccolta di racconti “Ombre di creta” con Oceania Edizioni di Napoli, classificandosi al primo posto nel premio letterario internazionale Gabriele D’Annunzio dell’Accademia Toscana “Il Machiavello” di Firenze.

 

Nel 1998 pubblica “Allupoallupo” con Gianni Monduzzi Editore di Bologna. Nel 2012, con buon riscontro di critica, esce il romanzo “Il coraggio degli Italiani”, edito da Palladino Editore di Campobasso, che vince nel 2014 a Latina il primo premio nel concorso letterario Opera Uno “I protagonisti”.  In campo professionale ha avuto, agli inizi degli anni novanta, collaborazioni con riviste della Mondadori Informatica ed ha pubblicato nel 1992 con Danae Editrice di Carpi “Reti di computer ed Interconnessioni”.

 

“Un altro mondo è già passato”, l’ultimo suo racconto, è stato nel 2018 menzionato meritorio dalla giuria del “Premio Nazionale Nabokov” di Lecce e nel 2019 dalla giuria del “Premio Internazionale Albero Andronico” di Roma.

 

Foto di Roberto Salvatori
https://robertosalvatori.pixieset.com/g/antoniopardopastorini/

Commenti