Il cimitero medievale di via Orfeo: un percorso tra memoria e valorizzazione

Il cimitero medievale di via Orfeo: un percorso tra memoria e valorizzazione
8 luglio 2019

A pochi anni dall’eccezionale scoperta la presentazione del volume curato da Renata Curina e Valentina Di Stefano.


Gli scavi condotti tra il 2012 e il 2014 dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Bologna in via Orfeo hanno portato alla luce la più vasta area funeraria di età medievale e post medievale finora nota in città. Oltre 400 sepolture che raccontano le storie di un gruppo molto vivace e attivo in città sia a livello culturale sia commerciale. Un cimitero triste protagonista di eventi che hanno radicalmente mutato la storia e la vita della popolazione bolognese tra il XIV e il XVI secolo.

 

L’analisi dei dati archeologici condotta dalla Soprintendenza, lo studio antropologico sugli inumati effettuato dall’Università di Bologna e la costante collaborazione della Comunità Ebraica Bolognese -il tutto con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna- hanno aperto la strada a un processo di conoscenza più sistematico su periodi e aspetti della storia di Bologna, delle sue tradizioni e delle abitudini di vita dei suoi abitanti.

 

A pochi anni da questa eccezionale scoperta e grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, esce il volume curato dalle archeologhe Renata Curina e Valentina Di StefanoIl cimitero medievale di via Orfeo: un percorso tra memoria e valorizzazione” che viene presentato con ingresso libero, giovedì 11 luglio, alle ore 17, nel Salone d’Onore di Palazzo Dall’Armi Marescalchi, via IV Novembre n. 5 a Bologna, sede della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara.

 

Intervengono:
G. Finocchiaro
, Presidente Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
C. Ambrosini, Soprintendente Archeologia, belle arti e Paesaggio di Bologna
D. De Paz
, Presidente Comunità Ebraica di Bologna
A. Sermoneta, Rabbino Capo Comunità Ebraica di Bologna
S. Gelichi, Università Ca’ Foscari Venezia
D. Rossi, Soprintendenza Speciale Archeologia, belle arti e Paesaggio di Roma

 

Il volume, tredicesimo della collana DEA, Documenti ed Evidenze di Archeologia, della Soprintendenza, documenta gli studi e le ricerche effettuate nell’ultimo lustro e offre abbondante materia di riflessione per individuare modalità di restituzione della memoria e di valorizzazione di questo importante patrimonio culturale ebraico di Bologna.

 

Vi ricordiamo che fino al 6 gennaio 2020 è allestita al MEB – Museo Ebraico di Bologna in via Valdonica 1/5 a Bologna la mostraLa Casa della Vita. Ori e Storie intorno all’antico cimitero ebraico di Bologna

La mostra è visitabile da domenica a giovedì ore 10 > 17.30, venerdì ore 10 > 15.30 (chiusa sabato e festività ebraiche)

entrata € 7.00 intero | € 5.00 ridotto

Info Tel. +39 051.2911280  –  Fax +39 051.235430  –  info@museoebraicobo.it   –  http://www.museoebraicobo.it/it

 

 

Pagina sul sito SABAP-BO dedicata al Cimitero Ebraico Medievale di Bologna

Commenti