Gianni Morandi romantico e contemporaneo

Condividi:
Gianni Morandi romantico e contemporaneo
29 novembre 2017

“D’amore e d’autore” è il quarantesimo album dell’artista di Monghidoro. Dal 24 febbraio 2018 comincia il tour.


Sarebbe troppo facile parlare della immensa e gloriosa carriera di Gianni Morandi come della sua torrenziale curiosità e volontà artistica,. E anche del suo passato recente che l’ha reso protagonista col progetto Capitani Coraggiosi insieme a Claudio Baglioni, della folle collaborazione con Fabio Rovazzi. E poi del suo fortunato ritorno alla fiction con “L’ isola di Pietro”, successo di ascolti su Canale 5. A settantatré anni suonati (in senso musicale) l’eterno ragazzo continua a guardare avanti. Un maratoneta che ha come scopo inseguire sempre un nuovo traguardo.

Gianni ritorna a cantare dal vivo, a interpretare l’amore come ha sempre fatto. Nel suo album porta autori, ad eccezione di Fossati, che in oltre 50 anni non aveva mai frequentato.

Il risultato è “D’amore e d’autore”, un disco variegato con buoni arrangiamenti, suoni moderni e curatissimi a cura di Luciano Luisi, tastierista e produttore di Ligabue. Scrivono per lui Ligabue, Ivano Fossati, Tommaso Paradiso, Levante, Elisa, Ermal Meta, Giuliano Sangiorgi e Paolo Simoni. L’ impatto all’ascolto è sempre “alla Morandi”, perchè la sua voce e interpretazione fanno proprie canzoni più o meno semplici, orecchiabili ma scritte da autori con ispirazioni e background apparentemente lontani da lui.

Se la confezione è scintillante e assolutamente contemporanea, le canzoni ci danno un senso di dejavù non tanto del Morandi più noto degli ultimi anni e dei gloriosi anni ’60 piuttosto del Gianni anni ’80, quello che sgomitava per riprendersi il successo,  che riacciuffò con la celeberrima “Uno su Mille”.
Forse è la musica italiana di oggi che è ritornata proprio lì, a partire dall’onnipresente Tommaso Paradiso (TheGiornalisti) che firma l’ entusiasta e romantica “Una vita che ti sogno”, fino ad Elisa che scrive per lui “Se ti sembra poco”, pezzo da cantare col sorriso stampato in faccia.

Degne di nota sono anche “Un solo abbraccio” scritta da un Ermal Meta che si conferma efficace e “Mediterraneo”, il pezzo di Levante che ha il merito di essere l’unico ad andare oltre al didascalico tema amoroso. A lanciare l’album è “Dobbiamo fare luce”, pezzo di e alla Ligabue, ulteriore conferma di come il Gianni nazionale riesca a dare slancio a pezzi che forse interpretati dagli originali naufragherebbero in confronto al loro vasto repertorio. In sintesi, citando il giovane Rovazzi, in ogni caso e nonostante tutto, Morandi “ci fa volare”..

Qui il video di “Dobbiamo fare luce”: https://www.youtube.com/watch?v=RWI_Apm1r2Q

Informazioni:
www.radiobudrio.it
https://it-it.facebook.com/radiobudrio
MUSICAL EXPRESS è un programma di Fabio Alberti, in onda tutti i giorni alle 10,10 – 15,10 – 21,00 su Radio Budrio

Commenti