Festival del Nuovo Rinascimento

Festival del Nuovo Rinascimento
5 aprile 2019

Eventi diffusi, mostre, reading, visite guidate e talk show da marzo a dicembre nell’anno del 500° anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci.


Dopo i successi delle edizioni di Milano (2016) Lucca (2017 e 2018) e Trento (2018), le premiazioni con il prestigioso “New Renessaince Award” a Pupi Avati, Bebe Vio, Tegla Loroupe e Vito Mancuso, giunge alla sua 5° edizione il FESTIVAL DEL NUOVO RINASCIMENTO ideato e condotto da Rosella Maspero e Davide Foschi, organizzato dall’Associazione culturale milanese Verso un Nuovo Rinascimento coadiuvato da tante collaborazioni tra associazioni, fondazioni e aziende.

 

Per quest’anno speciale che è il 2019 non poteva mancare un’edizione speciale, interamente dedicata e ispirata al genio di Leonardo da Vinci: un Festival diffuso, con 9 mesi di eventi in tante location milanesi coinvolte dal Nuovo Rinascimento, il movimento culturale fondato da Davide Foschi nel 2016 che vuole riportare nel nostro paese una nuova forma di Umanesimo che vede nella sinergia tra arte, scienza, cultura, ambiente, educazione ed economia la chiave per far ripartire l’Italia e l’Europa lungo il solco tracciato dai grandi del passato, tra i quali un ruolo fondamentale ebbe proprio Leonardo da Vinci.

 

Il Festival ha già ricevuto importanti patrocini istituzionali tra i quali, per questo 2019, il Municipio 6 Comune di Milano ha già messo a disposizione la propria sede “Ex Fornace” sul Naviglio Grande per lo svolgimento del Gran Galà del Festival ad ottobre, con una grande mostra a cui parteciperanno decine di “Artisti del Nuovo Rinascimento” provenienti da tutta Italia e dall’Europa ispirata proprio al genio di Leonardo da Vinci, a cui si aggiungeranno conferenze, dibattiti, momenti musicali e formativi con grandi ospiti rappresentanti di tante discipline umanistiche, scientifiche, sociali ed economiche.

 

Gli eventi diffusi sono appena partiti con le dirette streaming del programma LEONARDO, in onda tutti i mercoledì dalle 18,30 alle 19,30 sul canale Facebook del Nuovo Rinascimento; le riprese (si può anche assistere personalmente alle puntate) hanno luogo nella prima delle location che fanno parte del FESTIVAL diffuso Milano 2019, la MONDADORI BOOKSTORE di via Ettore Ponti 21. La puntata del 17 aprile sarà interamente dedicata alle mostre inaugurate il 7 aprile.

 

Da domenica 7 aprile fino all’11 maggio, infatti, durante gli eventi del Fuori Salone di Milano, si terrà la rassegna d’arte contemporanea dal titolo UMANESIMO, mostra che coinvolgerà alcune location lungo il Naviglio Grande con gli Artisti italiani ed europei che si ispirano al “Manifesto del Nuovo Rinascimento”, con le sinergie ARTE-ECONOMIA, ARTE-TURISMO e ARTE-FOOD: presso l’Agenzia FM ASSICURAZIONI di via Binda 36 si terrà una parte della mostra, la cui inaugurazione avverrà alle ore 15 sempre di domenica 7 aprile con ingresso gratuito; successivamente ci si potrà spostare per la seconda inaugurazione alle 18,30 presso il bistrot IL CICININ DELLA RIPA in Ripa di Porta Ticinese 93.

 

All’inaugurazione parteciperà anche l’assessore alla cultura di Municipio 6 Sergio Meazzi. Saranno 22 gli Artisti in mostra dal 7 aprile, di seguito l’elenco in ordine alfabetico: Selene Amelio, Ilaria Bernardi, Matteo Boato, Daniele Carletti, Cinzia Coronese, Enzo Cosi, Rosa Maria Falciola, Glauco di Sacco, Doris Harpers, Janet Kay Lilly, Christelle Ledoux, Mauro Masetti, Luisa Modoni, Marco Nava, Francesco Pellegrini, Jitka Plchova, Polaz, Giammarco Pulimeni, Liliana Russi, Joe Russo, Sangre, Andrea Simoncini.

 

Una seconda fase dell’esposizione continuerà fino a settembre ed una parte delle opere degli Artisti del Nuovo Rinascimento saranno esposte presso gli splendidi appartamenti turistici internazionali sulla Darsena di VACANZE IN ARTE. Il Direttore Artistico di tutte le manifestazioni del FESTIVAL DEL NUOVO RINASCIMENTO sarà Davide Foschi mentre per le diverse rassegne d’arte contemporanea è stata nominata una squadra curatoriale composta da Luca Siniscalco, Alisia Viola ed Angela Patrono.

 

Davide Foschi esprime sinteticamente la sua visione affermando che il Nuovo Rinascimento, come grande movimento culturale, è nato dalle potenzialità immense insite nel nostro paese di ritornare ad una vera sinergia tra mondo artistico, economico e istituzionale, quell’unione di intenti che già fece grande agli occhi del mondo l’Italia nel Rinascimento cinquecentesco, ora da riscoprire in una forma nuova, rimettendo al centro di tutto l’essere umano.

 

Il Festival del Nuovo Rinascimento – Milano 2019 e le mostre diffuse intitolate “Umanesimo” raccolgono alcuni esempi delle opere degli Artisti italiani ed europei che vogliono tutto questo, insieme a tanti cittadini, riscoprendo quel tessuto sociale indispensabile rappresentato da alcune delle migliori location milanesi dedite quotidianamente ad ambiti specialistici quali quello economico, quello dell’alta ristorazione o del turismo. Insieme, nel nome del genio leonardesco, si riscoprono e si fanno riscoprire nella loro dimensione universale.

 

Luca Siniscalco, fra i curatori delle mostre del Nuovo Rinascimento, collaboratore della cattedra di Estetica dell’Universitá degli Studi di Milano e Lecturer alla European School of Economics, dal canto suo pone il focus su alcuni aspetti: “Il Nuovo Umanesimo non intende farsi “scolastica” né, tantomeno, dogma estetico. La sua progettualità invita però, anche e soprattutto su un piano artistico, a ripensare alcuni nodi che l’arte contemporanea tende talvolta – troppo spesso, a nostro avviso – a dimenticare.

 

Fra di essi, ne cito di sfuggita alcuni: il rapporto fra estetica e sacro – perché non riparlare di estetica teologica, ad esempio? –, la centralità della meraviglia nella dimensione artistica, la funzione anagogica dell’arte, la componente corporea, materica dell’opera, l’attenzione per la formazione tecnica, quasi artigianale, dell’artista, il rapporto con la tradizione culturale, l’afflato mitopoietico delle creazioni autentiche, la questione filosofica del senso, la bellezza come categoria estetica.

 

Un novero di spinose questioni, risolte dal singolo artista secondo approcci diversi, che implicano indirizzi e valutazioni critiche molto distanti, ma che insieme, nella relazione delle loro note, generano uno spartito dalla sinuosa armonia. È questo il fondamento dialogico della musicalità estetica neorinascimentale. E la mostra “Umanesimo” si prefigge di offrirne un inveramento espositivo di rango.”

 

Rosella Maspero, organizzatrice degli eventi del Nuovo Rinascimento e fondatrice del Metacoaching, sottolinea un aspetto a suo dire imprescindibile vista la situazione attuale del pianeta: riportare la bellezza al centro della vita dell’essere umano, nella quotidianità del vivere, al fine di poter concretamente rimettere l’essere umano al centro come desiderio corale del movimento culturale del Nuovo Rinascimento fondato da Foschi.

 

Solo con l’azione continua in tale direzione si potrà risvegliare la coscienza umana oggi al bivio con il rischio di riduzione ad automa; dunque agire in coerenza con una nuova visione, favorendo che una coscienza risvegliata, grazie al rigenerato collegamento fra cuore e mente, possa ricominciare a spaccare pietre con l’intento di costruire cattedrali evitando così l’atrofizzazione al meccanicismo di ogni comportamento. Non si può che ripartire divulgando e vivendo in prima persona una visione del mondo che riparte dalla bellezza che, riverberando dentro noi stessi, ci cambia e diventa fonte di innovazione umana alla cui base non possono mancare etica ed estetica.

 

Il Festival del Nuovo Rinascimento è una manifestazione ideata e con la Direzione Artistica di Davide Foschi, organizzata dall’associazione Verso un Nuovo Rinascimento in collaborazione con istituzioni, enti ed associazioni sul territorio nazionale.

Il programma completo con tutti gli ospiti e gli eventi del Festival sono consultabili al seguente link www.festivaldelnuovorinascimento.it

Commenti