102 letture

Felsina Food Quality

Il marchio di qualità di Confcommercio Ascom Bologna.


Siamo al Ristorante VIVO Taste Lab in Piazza di Porta Saragozza a Bologna per la presentazione di Felsina Food Quality, il marchio di qualità proprieta’ di Ascom Confcommercio Bologna. Felsina Food Quality ha lo scopo di coinvolgere e raggruppare tutti i professionisti del settore della ristorazione, produzione e distribuzione alimentare attraverso un disciplinare prestabilito e valorizzare chi fa della qualità e della ricerca di prodotti di valore la base del proprio lavoro.

 

Presupposto necessario è l’iscrizione ad Ascom. FFQ non è un marchio di classificazione bensì di promozione delle attività del territorio. Elevare la qualità del prodotto proposto garantendo una selezione dei prodotti e degli alimenti e limitare l’utilizzo di prodotti derivati da allevamenti intensivi e sostenere le aziende e gli alimenti regionali e nazionali sono le linee guida di FFQ.

 

Vincenzo Vottero ha ragionato per un anno assieme ai colleghi e ad associati Ascom e non solo. Una commissione presieduto da Roberto Melloni costituita appositamente valuterà le situazioni e supporterà gli aderenti a FFQ. Tutte le situazioni alimentari di qualità, anche le più piccole, saranno valorizzate. Gli chefs della Federazione Ristoratori Ascom, della quale Vottero è presidente, hanno messo le loro idee e la loro esperienza in comune per arrivare al disciplinare di FFQ.

 

Al termine della conferenza stampa Chef Vottero ha offerto un pranzo ai giornalisti, alle autorità e agli invitati. L’entree’ è una parmigiana di melanzane con pomodoro e basilico. Viene servito un Maleto Chardonnay 2017 che porta 13° della Palazzona di Maggio, bel colore giallo oro, sentori di fiori e frutta bianca, pieno al gusto, avvolgente, giustamente sapido e di acidità.

 

Per curiosità assaggiamo Gaudium  Spumante Brut Biologico di Pignoletto della Cantina Diamanti Susanna. Bel colore, sapido, sentori di fiori bianchi. Un antipasto Bolognese costituito da Mortadella e Salame Villani segue l’entree’. Il primo piatto sono ravioli ripieni di Maialino Rustichello Romagnolo in brodo thailandese a base tamarindo e funghi cardoncelli. Contrasto gustoso. Continuiamo col Maleto dellla Palazzona.

 

Segue spaghettino di menta con spalla di Mora Romagnola affumicata, aglio nero e spugnolo. Molto gradevole. Arriva una faraona “Bolognese” di Montese su letto di farina di ceci bio di Loiano e parmigiano reggiano: abbiniamo il Merlot Manaresi 2016 che dichiara 15°. Bel colore rosso rubino intenso, sentori di frutta rossa e spezie, pieno, avvolgente, morbido. Ottimo mariage come ottimo il dessert, una gustosa torta di riso destrutturata.

Language »