Estate in Tv…non solo repliche

Estate in Tv…non solo repliche
10 settembre 2018

Tante prime visioni unite alle repliche. Ecco che cosa abbiamo visto in questi tre mesi di caldo, oltre ai Mondiali senza Italia.


Un’estate a due velocità, la possiamo chiamare così quella che ha caratterizzato la Tv negli ultimi mesi. Una è la velocità delle repliche, un porto sicuro per Rai Uno quando decide di mettere in capo quasi h24 uno dei suoi prodotti di punta come Don Matteo. La fiction Luxvide ha ottenuto ottimi risultati sia nella fascia di day time quotidiana che in prima serata ogni giovedì.

 

La seconda velocità è stata quella della sperimentazione. Tralasciando il mese interamente dedicato al calcio mondiale, sia Rai che Mediaset hanno fatto scendere in campo molte prime visioni, non tutte hanno avuto lo stesso successo, ma per lo meno è stato un tentativo.

 

Al di là della versione estiva dei prodotti invernali, Tutto può succedere 3, Velvet Collection, The good doctor sono solo tre esempi di fiction che Rai Uno ha mandato in onda nonostante ci trovassimo in estate. E se Velvet è un habitué della stagione calda, il remake di Parenthood, giunto alla sua terza e forse ultima stagione, e la storia del dottore autistico che ha commosso il mondo sono indubbiamente un’anomalia del palinsesto estivo.

 

Menzione a parte per Quelle brave ragazze, contenitore fresco, allegro, di spunto per delle riflessioni che ha caratterizzato l’estate di Rai Uno dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 11.20. Un programma il cui potere è stato dato alle donne, quattro in particolare, che hanno, ognuna a modo suo, tenuto alta la bandiera delle quote rosa in Tv, e anche gli ascolti hanno premiato il quartetto composto da Arianna Ciampoli, Valeria Graci, Veronica Maya e Mariolina Simone.

 

E poi c’è Mediaset, che nonostante sia più legata alla pubblicità, ha comunque tentato una programmazione meno intrinseca di repliche, anche se il risultato non è stato sempre dei migliori. A parte il grande successo di Temptation Island, il resto ha lasciano non poco a desiderare. Vedi Poldark sospeso per ascolti eccessivamente bassi. Oppure Le verità nascoste o Sacrificio d’amore, ripreso dopo una partenza alquanto deludente in inverno e che anche in estate non ha acceso gli animi dei telespettatori. Lo stesso kolossal Guerra e Pace, che doveva essere il fiore all’occhiello di questa prima parte del mese di settembre non ha mai superato il 9%.

 

Ciò nonostante ci si è provato a fare una televisione diversa dal solito anche in estate, nonostante le difficoltà, il panel per l’auditel ridotto e la voglia dei telespettatori di spegnere la Tv e andare a fare una passeggiata. L’innovazione passa anche da qui.

Commenti