Esondazione fiume Reno: nuovo intervento dell’Esercito

Esondazione fiume Reno: nuovo intervento dell’Esercito
4 febbraio 2019

Prosegue il lavoro dell’Esercito per ripristinare le condizioni di normalità in provincia di Bologna a seguito del crollo di un tratto di argine del fiume Reno e alla conseguente esondazione nel comune di Castel Maggiore.


Le attività sono ancora in atto, l’area di interesse si è ampliata e la stessa Prefettura di Bologna, per fronteggiare l’emergenza, ha chiesto l’intervento dell’Esercito anche nel comune di Argelato.

 

Pertanto, dalle prime ore di ieri, il Reggimento Genio Ferrovieri è intervenuto con ulteriori due assetti dotati di motopompe idrovore carrellate e un complesso di traino con una terna ruotata, per liberare autorimesse e locali ai piani terra e seminterrati oltre che per il ripristino di alcuni tratti di viabilità.

 

In questo momento stanno operando 15 uomini e donne, coordinati dalla sala situazione del Comando delle Forze Operative Nord di Padova. Il personale dell’Esercito, grazie alle esperienze maturate nelle missioni all’estero e all’elevata connotazione “dual-use”, è in grado d’intervenire, in ogni momento, a supporto della comunità.

Commenti