Dedicata alle donne la Jam session della Nazionale Italiana Jazzisti Onlus

Dedicata alle donne la Jam session della Nazionale Italiana Jazzisti Onlus
19 novembre 2018

Il prossimo 21 novembre alle ore 21:30 la Nazionale Italiana Jazzisti Onlus torna a schierarsi sul palco dell’Elegance Cafè di Roma, nuovo locale di Roma dedicato al Jazz, per una Jam Session di beneficenza.


La Jam sarà condotta dai musicisti della Nazionale Italiana Jazzisti a sostegno del progetto “Valigia di Salvataggio” dell’Associazione Salvamamme. Trattandosi di una tematica strettamente legata alle donne, quale modo migliore se non quello di far ascoltare la voce e la musica di artiste donne che la Nazionale ha coinvolto per questa splendida iniziativa.

 

Il compenso dei musicisti andrà interamente alla Nazionale Italiana Jazzisti Onlus che provvederà immediatamente a devolverlo all’Associazione Salvamamme per “Valigia di Salvataggio” Una lodevole iniziativa che conferma quanto la Nazionale Italiana Jazzisti Onlus sia sempre in prima fila anche al di là del campo di gioco.

 

L’Associazione Salvamamme da quasi vent’anni, fornisce un sostegno concreto per migliaia e migliaia di bambini e famiglie con problemi economici e a rischio di esclusione sociale. Salvamamme è sensibile a tutti i temi in cui la maternità è estrema e il suo impegno è profuso anche laddove il disagio e il rischio di esclusione sociale oltrepassano l’ordinaria gestione: come fornire aiuto alle donne vittime di violenza e stalking.

Con sempre maggiore frequenza e da molti anni infatti, Salvamamme è contattata da legali, assistenti sociali territoriali, associazioni specializzate o direttamente da donne a rischio della vita, costrette ad abbandonare repentinamente le loro case per via delle minacce subite dai loro mariti, compagni, partner.

 

Per questo nasce il progetto “Valigia di Salvataggio”, una vera e propria “plancia di salvataggio”, un piano di emergenza per le donne in fuga, strutturato per intervenire nelle prime delicatissime ore dall’abbandono della casa nella quale hanno subito violenza o in momenti di alta criticità. Viene loro fornita una vera e propria valigia contenente beni essenziali come abbigliamento, biancheria e prodotti per la cura e l’igiene della donna, inoltre viene consegnata una sim telefonica nuova che sostituisca il vecchio numero, l’assistenza psicologica d’urgenza, informazioni di carattere legale e sostegno negli spostamenti indispensabili.

La valigia, e tutto ciò che essa contiene, vuole attutire il senso di rinuncia e di perdita sostituendolo con l’idea di un nuovo inizio, così da rendere centrale e concreto il messaggio della ripartenza.

 

La Nazionale Italiana Jazzisti Onlus nasce nel 2013 grazie a due operatori del settore che incontrandosi rivelano il loro sogno comune: una nazionale del jazz italiano: “Togliamoci gli strumenti e mettiamoci gli scarpini”. Detto fatto, il sogno pian piano diventa realtà. Nel luglio 2013, proprio il giorno dell’inaugurazione dell’Umbria Jazz Festival, una bozza di quella che attualmente è una realtà viva, entusiasta e felice scende in campo nel mitico stadio Curi di Perugia, e incontra la Nazionale Italiana Cantanti.

 

Da quel giorno tante partite sono state giocate ma la vittoria più grande è stata quella di aver raccolto circa  75 mila Euro devoluti interamente ad associazioni sparse in tutto il territorio italiano. Proprio per poter devolvere direttamente gli incassi la Nazionale si è costituita Onlus.

 

Fanno parte della Nazionale Italiana Jazzisti nomi noti del Jazz italiano, a cominciare dai Presidenti onorari Franco D’Andrea, Enrico Intra e Enrico Pieranunzi e ancora Paolo Fresu, Max Paiella, Attilio Di Giovanni Roberto Gatto, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Stefano Di Battista, Rosario Giuliani e l’outsider Alessandro Mannarino e molte stelle del nostro panorama musicale Jacopo Ferrazza, Lucrezio De Seta, Reinaldo Santiago, Daniele Sorrentino, Alessandro Presti, Walter Ricci Matteo Bortone.

Commenti