Dante per voce al femminile , il cammino verso Il Paradiso

Condividi:
Dante per voce al femminile , il cammino verso Il Paradiso
16 novembre 2017

Nell’ambito del Festival dell’Eccellenza al Femminile, uno straordinario spettacolo, ambientato nel chiostro. In un luogo carico di una dimensione teatrale più volte messa alla prova, un’esperienza teatrale e letteraria di particolare suggestione aspetta il suo pubblico venerdì 17 novembre, alle ore 18.00.


Nel piano dei fondi del Museo Diocesano, di fronte al monumento del Cardinale Luca Fieschi, coevo di Dante, lo spettacolo inizia con il canto XXVI dell’Inferno della Divina Commedia. La scena si apre con la figura di Ulisse che ci invita a affrontare un viaggio. Ulisse grazie alle doti di sapienza e di audacia porta sè stesso e i suoi uomini fino alle pendici del Purgatorio, fino a quel luogo dove inizia la scalata verso la salvezza: il Paradiso.

Per il nostro viaggio “al femminile” nella Divina Commedia l’impresa di Ulisse è il simbolico inizio di un cammino. Lui, uno degli uomini più audaci e astuti della storia, fallisce e naufraga con tutti i compagni, e non comprende i limiti che sono connaturati alla sua dimensione. Ulisse quindi ci aiuta a comprendere la contraddizione e il dilemma che sta alla base della Cultura patriarcale dell’Occidente. Le categorie su cui da millenni si fondano i principi dell’uomo inteso come “maschio”, non servono nel cammino di liberazione e del bene, e nell’avvicinamento alla trascendenza. Altre sono le doti necessarie per condurre l’umanità verso la salvezza. Verso altri spazi e altri luoghi della Divina Commedia ci conduce Dante con la morale di Ulisse.

MONI OVADIA è perfetto nel ruolo di questo Ulisse crepuscolare. Uno tra i pochi uomini nella sua immensa forza spirituale capace di generare il dubbio e farne una virtù.

Conclusa questa prima parte del percorso verso il Paradiso, appare FRANCESCO DE NICOLA su di un trono barocco aspetta il passaggio del pubblico nel girone superiore. ” Francesca da Rimini, Marcia la moglie di Catone, Pia dei Tolomei, Sapia la senese, Rachele, Ghisola Bella….. conoscete queste donne? …Cunizza da Romano, Raab, Beatrice, …andate su! ” Indicando le scale per salire al chiostro superiore “ là Dante incontra Beatrice, che lo invita a guardarla, lui obbedisce ma non riesce a descrivere così tale bellezza! ”. Si sale tra le opere della memoria cristiana, vibrazioni di voci come dall’anima. Musica al primo piano, e salendo nello spazio circolare del chiostro più alto ecco svelato il mistero annunciato dal professore.

PAMELA VILLORESI eroina della parola che si unisce con la spirito, ci racconta infine, attraverso Dante, storie di donne straordinarie, appassionate e coraggiose. Si tratta di un viaggio verso la luce del Paradiso nel tentativo di comprendere il segreto della femminilità. La spiritualità e la forza del cuore che il femminile offre sono la chiave con cui accedere ai codici delle parole e dei versi, ed ai numeri.
La terza fase dello spettacolo quindi sarà di nuovo in discesa al chiostro del piano terra dove incontreremo insieme i protagonisti del viaggio a chiudere lo spettacolo.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 010/8540845 e biglietteria Museo Diocesano tel. 010/2475127 (da lunedì a domenica 12.00-18.00 – chiuso il martedì) .
Biglietteria on line www.eccellenzaalfemminile.it e www.happyticket.it

Commenti