A tu per tu con Francesca Sangiorgi

A tu per tu con Francesca Sangiorgi
16 luglio 2018

L’attrice e regista dello spettacolo “Una lunga attesa” di Fabrizio Romagnoli in scena il 24 luglio 2018 alle ore 21 all’Anfiteatro Romano di Albano Laziale (Roma) si presta alle nostre domande.


Il 24 luglio 2018 lo spettacolo Una lunga attesa dell’autore Fabrizio Romagnoli torna in scena all’Anfiteatro Romano di Albano Laziale. Francesca Sangiorgi è una delle quattro attrici dello spettacolo e firma anche la regia insieme a una delle altre attrici, Carlotta Sperati. Francesca, parlaci del tuo percorso artistico e dell’associazione Alias che produce lo spettacolo e di cui sei presidente.

 

Sono sempre stata innamorata del teatro e delle arti in genere. Da piccola, come tanti bambini, facevo piccoli spettacoli per parenti e amici, mentre da adolescente ho studiato diversi anni danza moderna. Il mio percorso artistico teatrale è iniziato, diciamo così, in tarda età, intorno ai 30 anni. Ho imparato l’arte della recitazione da Gennaro Duccilli, attore e regista napoletano. Poi si sono susseguite altre collaborazioni come quella con Sebastiano Colla e Alessandro Gentili.

L’Associazione “ALIAS” è nata perché, dopo un periodo in cui volevo lasciare il teatro, ho deciso che fosse il momento di tirare fuori, e mettere in scena, un testo che da troppo tempo avevo nel “cassetto”, e di cui mi ero letteralmente innamorata appena letto: “Una lunga attesa” di Fabrizio Romagnoli.

 

Come mai hai scelto di rappresentare il testo Una lunga attesa?

 

Ho scelto di rappresentare “Una lunga attesa” perché l’ho trovato un testo originale sull’universo femminile, con mille sfaccettature, diretto, a volte crudo, ma anche con momenti di tenerezza, con un finale a sorpresa, proprio come nella vita!

 

Secondo te, sei riuscita come regista e come attrice a mettere in scena quello che ti eri prefissata?

 

Questo spettacolo è stata la mia prima prova da regista e attrice contemporaneamente, ma non sarei riuscita senza l’aiuto della mia bravissima collega Carlotta Sperati. Sin dall’inizio avevo molto ben chiaro come mettere in scena questo testo e devo dire che sono molto soddisfatta del risultato, soprattutto dopo l’approvazione del pubblico che ha visto lo spettacolo.

 

In scena siete tutte donne e anche la regia è  firmata da donne… è  stato difficile mettere in scena lo spettacolo? Gelosie? Invidia? Prime donne? Oppure collaborazione e gruppo?

 

Nessuno spettacolo è facile da mettere in scena, ed essere quattro donne, al contrario di quanto si possa pensare, ci ha aiutato molto. Ognuna di noi ha un carattere forte, diverso, proprio come le quattro protagoniste. Ci sono state piccole incomprensioni, ma ci siamo sempre rispettate e consigliate l’una con l’altra. Insomma, una grande squadra!

 

Come vi ha accolto il pubblico alla prima e nelle successive repliche?

 

Alla prima rappresentazione la platea del teatro Aurora di Velletri era piena, e noi naturalmente eravamo emozionatissime. Il pubblico è rimasto piacevolmente sorpreso dalla messa in scena dello spettacolo. Si è emozionato insieme a noi. E’ piaciuto moltissimo, soprattutto per la sua originalità, ed ha avuto anche un’ottima recensione.

 

Conosciamo e seguiamo Fabrizio Romagnoli, come lo hai conosciuto?

 

Ho conosciuto Fabrizio quando ho deciso di mettere in scena il suo spettacolo. Dopo averlo seguito per un periodo su Facebook, ho comprato il suo libro “teatro contemporaneo”, dal quale è tratto il testo “Una lunga attesa”. L’ho contattato per dirgli che avrei messo in scena il suo testo, ed è venuto a vedere la prova generale. E’ rimasto entusiasta dello spettacolo e ci ha incoraggiato tantissimo. Fabrizio è una persona schietta ed è nata subito un’intesa con tutte noi. Dopo questo spettacolo, abbiamo organizzato e partecipato a un workshop di recitazione con lui e speriamo in futuro di continuare la collaborazione. Fabrizio, oltre ad essere un artista completo (attore, cantante, scrittore, regista) è una persona davvero speciale!!!

 

Perché il pubblico dovrebbe venire a vedere il vostro spettacolo?

 

“Una lunga attesa” è uno spettacolo decisamente emozionante, pieno di sentimenti che spesso si contrappongono. Insomma è uno spettacolo che resta nella mente e nel cuore di ogni spettatore, che quando esce dal teatro ne porta un pezzetto con sé, per sempre.

 

Grazie Francesca per questa bella e sincera intervista!

In bocca al lupo per lo spettacolo a voi ragazze e invitiamo tutti nostri lettori a venire il 24 luglio alle ore 21:00 all’Anfiteatro Romano di Albano Laziale.

 

UNA LUNGA ATTESA di Fabrizio Romagnoli

Regia: Francesca Sangiorgi e Carlotta Sperati

Cast: Francesca Sangiorgi, Carlotta Sperati, Silvia Caprara, Fiorella Delle Monache

 

Per saperne di più, consultare il link:

UNA LUNGA ATTESA – 24 LUGLIO 2018 ore 21:00 all’Anfiteatro Romano di Albano Laziale (RM)

Commenti